O DONNE IN GIUNTA PROVINCIALE O RICORSO AL TAR

Lidia Nobili“Auspico che l’assessore regionale al Lavoro e alle Pari opportunità, Alessandra Tibaldi, la presidente della Consulta femminile per le Pari opportunità della Regione Lazio, Donatina Persichetti e la consigliera di Parità, Alida Castelli, presentino analogo ricorso anche in merito all’attuale situazione della giunta della Provincia di Rieti”.

Lo dichiara la consigliera provinciale del Pdl, Lidia Nobili, in riferimento all’ordinanza (n. 494/2009) emessa dal Tar del Lazio sezione di Latina che ha sospeso il decreto del sindaco del Comune di San Giorgio a Liri (Fr), il quale aveva attribuito deleghe assessorili solo a uomini.  Il ricorso avverso a tali nomine era stato presentato proprio da Tibaldi, Persichetti e Castelli.

"Dopo quanto avvenuto – aggiunge la Nobili – spero che il presidente Melilli accolga anche l’invito a riformare le giunte formate da soli uomini fatto dalla Persichetti, senza dover attendere un ricorso o una sentenza del Tar".
“Mi auguro che il presidente della Provincia di Rieti decida al più presto di porre rimedio alla mancanza di donne nella sua giunta – aggiunge Federica De Pasquale, vice presidente della Consulta femminile Pari opportunità della Regione Lazio -.

Da lui ci saremmo aspettate una maggiore garanzia della rappresentanza di genere.
La presenza delle donne all’interno delle giunte della nostra Regione è fondamentale per garantire un vero equilibrio democratico.
Non possiamo più accettare – prosegue – che vi siano giunte che non comprendano l’importanza di garantire il principio della parità di accesso alle cariche pubbliche, nel rispetto delle normative europee e nazionali, tanto da non avere neppure una sola donna al proprio interno. Forti dell’accoglimento del nostro ricorso da parte del Tar in merito alla mancanza di donne nella giunta del Comune di San Giorgio a Liri, siamo pronte a continuare".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here