INTERVENTI URGENTI A GROTTI PER RISCHIO IDROGEOLOGICO

Grotti di CittaducaleA seguito delle richieste dell’Amministrazione Comunale di Cittaducale-Assessorato ai Lavori Pubblici, il Ministero dell’Ambiente – Direzione Generale per la Difesa del Suolo, ha concesso un finanziamento di   € 934.000,00 per l’ Attuazione del Programma di interventi urgenti per la riduzione del rischio idrogeologico per la messa in sicurezza di un settore del fronte roccioso che sovrasta la frazione di Grotti, nel comune di Cittaducale.

Per lo stesso motivo, sempre a seguito di richiesta inoltrata dall’Amministrazione Comunale,   anche la Regione Lazio, Direzione Regionale All’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, ha concesso un finanziamento di € 800.000,00 per la messa in sicurezza di un ulteriore settore dello stesso fronte roccioso che incombe sull’abitato.

Il suggestivo fronte roccioso che caratterizza ed incombe sulla frazione e sulla Via Cicolana, strada ad alto scorrimento che collega la superstrada Rieti-Torano e Rieti, ha dato, in passato, così come ricorda l’Assessore ai LL.PP. Claudio Cesarini, problemi alla pubblica sicurezza per il distacco di alcuni massi facendo sì che si intervenisse per la messa in sicurezza mediante interventi di vario tipo e da parte dei diversi soggetti interessati,  inquadrando il sito nell’ambito del PAI (Piano Assetto Idrogeologico) come zona R4 (rischio molto elevato per frana su una scala da R1 ad R4).

Ad oggi, fa sapere l’Assessore ai LL.PP. Claudio Cesarini, sono state effettuate le procedure del caso per il conferimento di incarico professionale per la progettazione di entrambi gli interventi ed sono stati attivati, per entrambi i finanziamenti, accurati studi geologici con l’ausilio di esperti rocciatori, che stanno catalogando i massi più a rischio per effettuare interventi mirati alla messa in sicurezza dei tratti più pericolosi. Gli studi geologici, ancora in corso, hanno già permesso di individuare più di 140 massi di volumetria variabile da un metro cubo ad oltre 100 metri cubi, che saranno oggetto di messa in sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here