Controvento: “A 5 mesi dall’entrata in carica della nuova Consulta Studentesca lampante il suo fallimento”

Nei cinque mesi successivi all’entrata in carica della nuova giunta della Consulta Provinciale Studentesca di Rieti risulta lampante la totale assenza dell’Istituzione del territorio reatino.

Molte sono le situazioni precarie relative agli istituti nella provincia di Rieti, al silenzio della Provincia e del Comune si aggiunge la totale assenza della presidenza Casadei.
Nell’I.I.S. Celestino Rosatelli, gli studenti vivono una situazione degradante a causa dei continui allagamenti dell’Aula Magna dell’istituto, a seguito di abbondanti precipitazioni.

Nel corso dell’anno abbiamo assistito, inoltre, al cedimento di alcuni infissi non a norma e del tetto della palestra durante l’orario scolastico. All’Istituto Magistrale Elena Principessa di Napoli, invece, ci troviamo di fronte al problema dell’insufficienza del riscaldamento in due delle sette sedi in cui gli studenti dell’Istituto si trovano: Lombardo Radice e Giovanni Pascoli. Questo dimostra la totale inadeguatezza dell’amministrazione della CPS di Rieti che, nella figura del presidente Casadei, si è totalmente disinteressata ai problemi sopraccitati.

A tutto ciò si aggiunge la precaria situazione degli istituti situati nel territorio della provincia, i quali, lasciati soli, si trovano a dover portare avanti lotte nella totale ignoranza della suddetta amministrazione. È interessante inoltre rilevare come la scomparsa del presidente Casadei risulti anche al di fuori dell’ecosistema reatino.

Lo stesso infatti risulta assente a tutti gli impegni istituzionali concernenti gli studenti e le politiche giovanili. L’ambiziosa Consulta che si presentava cinque mesi fa come innovativa risulta essere, ad oggi, fallimentare e inconcludente.”

Controvento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here