ARTE, CULTURA E TRADIZIONI POPOLARI NELLA 32ESIMA EDIZIONE DEI CAVALLI INFIOCCHETTATI

Rieti, confenza di presentazione della 32esima edizione dei cavalli infiocchettati 2012
Arte, cultura e tradizioni popolari. E’ questo il mix perfetto per la trentaduesima edizione della rievocazione storica dei Cavalli Infiocchettati, presentata questa mattina nell’aula consiliare del Comune.

Il presidente dell’Associazione Porta d’Arce, Valentino Iacobucci, ha illustrato il calendario ricchissimo di eventi che conferma l’importanza della manifestazione anche in un periodo di crisi nel quale è sempre più difficile reperire le risorse. Come avviene ormai da anni, la manifestazione ruoterà su più giorni che porteranno fino all’evento clou di domenica 29 gennaio, con la sfilata di cavalli e cavalieri per le vie della città. Apertura ufficiale della settimana di festeggiamenti sabato 22 gennaio dal teatro Flavio Vespasiano, dove alle 18 (ingresso gratuito) si esibirà la Fanfara dei Carabinieri.

Un’ora di concerto durante la quale sarà anche ricordata la figura di Nazzareno Strampelli in occasione della ricorrenza dei 70 anni della morte. Nel corso della settimana, poi, saranno svolte iniziative per favorire l’avvicinaemento dei bambini al mondo dei cavalli e il 26 gennaio ci sarà una speciale iniziativa di ippoterapia dedicata alle persone diversamente abili. Domenica 29 festa grande nel rione Porta d’Arce con stand di prodotti tipici e rievocazione della benedizione dei cavalli nella chiesa di Sant’Antonio Abate. Alle 14.30 dal Foro Boario partirà la sfilata dei cavalli infiocchettati che attraverserà le vie del centro storico e si chiuderà a Porta d’Arce.

Alla presentazione sono intervenuti il consigliere regionale Antonio Cicchetti, l’assessore provinciale Fabio Mezzetti e il responsabile provinciale della Coldiretti Picchi. Il programma completo della settimana di festa sarà pubblicato sul sito www.associazioneportadarce.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here