Annalisa Minetti ha incontrato gli studenti della Sacchetti

La campionessa Annalisa Minetti esempio di vita e di sport per gli studenti della Sacchetti.

“Come riesce a conciliare le attività di cantante, atleta, scrittrice con quella di mamma; qual’ è la sua giornata tipo? Quali sono i suoi sogni dopo i traguardi che ha già raggiunto?”

Queste e molte altre le domande gli alunni della secondaria Sacchetti hanno posto all’ atleta pluripremiata Annalisa Minetti durante l’appuntamento voluto dal Coni “I giovani incontrano i campioni’ e organizzato dall’istituto comprensivo Marconi-Sacchetti. La Minetti non si è risparmiata e ha raccontato tutta se stessa e non solo come atleta ma soprattutto come donna e madre, descrivendo le sue fatiche, le sue vittorie, la sua intraprendenza in numerosi campi ma anche le sue sconfitte e i suoi momenti di solitudine e di dolore.

Ha invitato i ragazzi ad essere leader, aiutando gli altri a fare squadra, ha espresso opinioni forti contro il doping e le droghe e ha incitato i ragazzi a inseguire i loro sogni, sempre, nonostante le difficoltà e ognuno con le proprie peculiarità. “Lo sport é veramente metafora della vita” perché è fatica, sacrificio ed esercizio, rispetto verso se stesso e gli altri e per questo dona tante soddisfazioni. “Dove c’è la volonta c’è un obbiettivo conquistato e tutti possono raggiungere tutto, ognuno a suo modo”.

I giovani studenti, incollati alle poltroncine dell’ auditorium Varrone, non hanno mai distolto l’attenzione e non hanno nascosto le lacrime quando l’atleta ha raccontato della sua malattia, dei suoi momenti di scoraggiamento e di quanto gli amici e la famiglia l abbiano aiutata. “Dio mi ha dato un dono e io non voglio minimazzarlo” ha detto raccontando delle sue attività di volontariato e delle sue faticose giornate di allenamento.

Disponibile con tutti i presenti con foto e video si è donata senza filtri. “Una donna che ha fatto un capolavoro della sua vita” così l’ha ringraziata la dirigente Mirella Galluzzi, dando voce ai pensieri di tutti i presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here