ANCORA UNA SCONFITTA PER LA NPC RIETI

NPC Rieti-Martina Franca

La Linkem NPC Rieti esce sconfitta dal campo amico del PalaSojourner, dove una discreta DueEsse Martina riesce a totalizzare 71 punti contro i 62 degli amaranto celeste.

Eppure la NPC comincia bene, i giochi sembrano riuscire nel primo quarto, i palloni scivolano nella retina e i punti si accumulano tanto che il primo quarto si chiude sul 21-19. Già nel secondo quarto la lotta per rimanere sul punto è più tosta, tanto che la DueEsse per una lunghezza si aggiudica l’intervallo lungo.

I reatini rientrano in campo  con la volontà di condurre la gara e difatti con un parziale di 17-15 ci riescono, poi però nell’ultimo quarto la DueEsse allunga il passo, sfruttando una buona circolazione di palla, invece i giocatori di coach Peron non riescono a compattarsi e perdono di 11 punti la possibilità di rompere il brutto incantesimo che sembra gravare sulla NPC.

“In questo campionato livellato verso l’alto, considero Rieti una delle prime otto squadre del campionato – ha dichiarato coach Meneguzzo – per la qualità dell’organico e  le capacità del coach, sappiamo che vincere a Rieti non è facile, ma quello che vedo è una squadra sotto pressione ed è su questo che abbiamo puntato per vincere. I miei ragazzi che ancora sono in cerca di una logica e di una propria identità, sono stati bravi a gestire la gara, mentre a voi ora serve pazienza e tranquillità”.

Non cerca scuse coach Peron, la soluzione è una sola: ”Dobbiamo vincere – esordisce – lo dobbiamo fare principalmente per noi, per sbloccarci da questa situazione. La tensione ed il nervosismo sono tangibili, lo si legge negli occhi di tutti, dei reatini e di chi viene da fuori, dei giovani e dei veterani. E’ una pressione che viene da noi stessi, dal desiderio di ben fare per questa città, questa maglia e questo presidente. Entriamo contratti, la tensione ci blocca e ci fa giocare male. La discontinuità tra esterni ed interni ci fa diventare prevedibili, giochiamo poco l’uno contro uno, siamo poco reattivi nei rimbalzi in attacco, sulle palle vaganti, abbiamo basse percentuali nel tiro da fuori. Non siamo sufficientemente pericolosi, anche se a vedere i referti arbitrali siamo pericolossissimi”.

Il Presidente è abbattuto: “Non mi aspettavo un inizio di campionato del genere. Bisogna assolutamente invertire la rotta. Mi rendo conto che non sarà facile farlo a Gaeta, ma non possiamo aspettare oltre o rischiamo di compromettere una stagione nella quale tutti stiamo investendo tanto. Se con la gara di sabato le cose non cambieranno, tutto sarà messo in discussione, dalla guida tecnica ai singoli giocatori e sarò costretto a prendere delle decisioni che mi auguro di non dover prendere”.

Attendiamo Gaeta allora e speriamo che la tensione si trasformi in un’aggressività di gioco positiva, in modo da poter andare in un caloroso PalaSojourner a tifare  i cinque leoni che ci aspettiamo scendere in campo. La prossima in casa  si giocherà martedì 30 ottobre alle ore 21.00 contro Scauri, posticipata a causa dell’impegno dell’impianto.

Linkem NPC Rieti. Grillo 7, Ciavarroni 2, De Ambrosi 7, Granato 10, Giovannelli, Bagnoli 12, Della Libera 2, Ferrienti 8, Mascagni.
Duesse Martina. Maggi 13, Graziani 6, Bazzoli 14, Raskovic 8, Lasorte 4, Masocco, Messina3, Dip 18, Martino 5.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here