ROBERTO REGINALDI CAMPIONE ITALIANO DI DISTANZA 2012

Roberto Reginaldi

Grazie a due voli record, uno di 1022 km, 540 dei quali coperti in unica planata ad oltre 160km/h di media ed uno di 1054 Km, con alcune centinaia di chilometri percorsi con medie dai 160 ai 200km/h, l’atleta dell’Aero Club di Rieti Roberto Reginaldi si è aggiudicato il titolo di Campione Italiano di Distanza 2012 classe libera. La gara che si svolge da marzo a settembre prende in considerazione i migliori tre voli dell’anno effettuati su tutto il territorio nazionale con solo tre punti di virata ha visto primeggiare l’atleta reatino con 2078 punti davanti al due volte Campione del Mondo Giorgio Galetto con 2067.

Con questo trionfo Roberto riporta il titolo italiano nuovamente a Rieti e sui cieli della catena appenninica bissando quello del 2007 sempre in classe libera. Questi voli sono stati determinanti anche per aggiudicarsi il primo posto nel campionato OLC, che prevede validi i sei migliori voli della stagione, con 4505,83 punti,distaccando il secondo classificato di 130 punti.

Il risultato si arricchisce di un significato ancor più importante se si considera che risulta molto difficile conquistare il titolo volando esclusivamente sull’appennino, dai margini della pianura padana sino alla Calabria, a causa dalla enorme variabilità del clima  lungo la catena appenninica che risente dell’influsso dei mari che circondano l’Italia e che porta ogni valle ad avere un microclima diverso e molto difficile da prevedere in modo attendibile.

Queste difficoltà che però un atleta esperto come Roberto riesce con maestria a gestire, sono mitigate dal vantaggio dato dalle splendide e numerose giornate volabili di cui si può godere durante tutta la stagione decollando da Rieti.

Roberto inizia a volare nel 1982,conseguendo la licenza di pilota di aliante , ma nei primi anni di attività il volo è marginale distratto dalla passione per la pesca subaquea in apnea che lo portano lontano dai campi di volo durante il periodo migliore. La sua prima passione sono i motori, partecipa al campionato ialiano Juniores con una morini 175 negli anni 68/70, passione che lo accompagnerà fino ad oggi e che ritiene sia stata formativa per il pilotaggio degli aerei. Sci alpinista, appassionato dei nostri appennini dove  conosce le vette più importati per averle scalate e discese con gli sci, esperienze molto formative per il carattere e la vautazione del pericolo, utilissima per il volo. Nuotatore di fondo che lo aiutano ad acquisire la resistenza per i voli che possono durare dieci ore. Solo dopo qualche anno comincia a volare con impegno che lo porterà ad entrare nella rosa dei primi dieci piloti italiani. Varie volte conquista il podio della classe libera nella Coppa Internazionale del Mediterraneo  e nel campionato italiano di velocità classe libera . Ha partecipato a due edizioni della Europe Cup, gara migrante che si svolge lungo l’arco alpino con una affermazione.

Due volte campione italiano di distanza classe libera. Ha Partecipato alle prove del campionato europeo in Francia. Nel 2008 è stato insignito del Premio Carelli per lo sportivo dell’anno 2008 con la motivazione, “ per aver svolto nel volo a vela una intensa attività esplorativa sulle rotte energetiche di notevole livello tecnico “. Proprio su questa ricerca Roberto intende spendere i voli futuri, per comprendere i fenomeni atmosferici ed affinare il suo “Senso dell’Aria” .

Questo successo gratifica anche tutto l’Aero Club di Rieti “Alberto Bianchetti” che sta affermando la sua importanza in campo nazionale grazie anche ad altri piloti che insieme a Roberto primeggiano nelle varie classi e che ripagano dei tanti sacrifici che l’Aero Club sta mettendo in atto per rilanciare l’attività sportiva che passerà in futuro nell’organizzazione delle competizioni sportive internazionali prima fra tutte i Campionati Europei di volo a vela del 2015 a Rieti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here