Polizia arresta spacciatore afgano richiedente asilo. Vendeva anche a minori

Personale della Squadra Mobile della Questura di Rieti ha portato a conclusione un’articolata indagine con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del richiedente asilo afgano J.F. del 1996, poiché resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, anche in danno di minori.

L’indagine ha preso il via il 5 settembre quando, nel corso dei controlli della Polizia di Stato intensificati per il contrasto al fenomeno dei furti e allo spaccio di sostanze stupefacenti nei luoghi sensibili di Rieti, gli investigatori della Squadra Mobile avevano arrestato, in un appartamento in uso ad una cooperativa di assistenza per immigrati, un richiedente asilo afgano che era stato sorpreso mentre spacciava una dose di marijuana ad un minorenne.

In quella circostanza, lo spacciatore era stato trovato in possesso di oltre 50 grammi di marijuana e l’Autorità Giudiziaria ne aveva disposto il regime degli arresti domiciliari.

Gli investigatori hanno così attuato una meticolosa e particolareggiata indagine nei confronti delle attività illecite poste in essere dal cittadino straniero, evidenziando numerosi contatti con noti tossicodipendenti reatini, nonché con un rilevante numero di giovani minorenni.

Veniva così messa alla luce una fiorente attività di spaccio dello straniero che, nei pressi dell’abitazione ove soggiornava, ubicata in pieno centro storico e nelle vicinanze di istituti scolastici, aveva concluso numerose e documentate “cessioni”, soprattutto con dei minori.

I numerosi fatti delittuosi evidenziati dagli investigatori, e attribuiti al cittadino afgano, hanno permesso alla locale Autorità Giudiziaria di emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dello straniero che, pochi giorni fa, è stato così arrestato dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Rieti e condotto presso la casa Circondariale di Rieti in attesa di rispondere dei gravi reati di spaccio di sostanze stupefacenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here