MAGGIORI E RAMBALDI NEL CENTENARIO DELLA LORO NASCITA

Inaugurazione mostraAppassionati d’arte provenienti dal capoluogo sabino e dalla vicina Umbria sono intervenuti numerosi all’apertura ufficiale della Mostra di Arte Contemporanea, “ Maggiori e Rambaldi nel centenario della loro nascita”, promossa dalla Fondazione Varrone.

Oltre 350 persone hanno potuto ammirare le 115 tele inedite dei due artisti del Novecento, esposte nelle prestigiose sale di Palazzo Potenziani., fino al 17 Gennaio 2010.

Alla presenza delle maggiori autorità locali ed accreditati esponenti del mondo dell’arte, il Presidente della Fondazione Varrone, Innocenzo de Sanctis, dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile la mostra, in particolare gli eredi degli artisti, il M° Bellardi e la dott.ssa Scopigno, ha sottolineato l’importanza del filone artistico territoriale intrapreso già da tempo con le esposizioni dedicate ad Antonino Calcagnadoro e Arduino Angelucci – Abbiamo organizzato mostre di grande risonanza nazionale, Da De Chirico a Warhol, da Modigliani e Fontana e alla grande pittura dell’Ottocento italiano, ma riteniamo molto utile porre l’attenzione sugli artisti che hanno operato in questo territorio concorrendo alla crescita del patrimonio artistico e alla formazione culturale di una generazione.
 
La riscoperta di questi artisti così importanti nel Novecento, si pone l’obiettivo di riportare in mostra anche i visitatori meno esperti.

Puntiamo molto sulla risposta delle scuole che in altre mostre è stata piuttosto tiepida. Abbiamo messo a loro disposizione anche visite guidate gratuite per sollevare gli insegnanti da questa incombenza -.

La mostra è composta da 115 tele quasi tutte inedite, messe a disposizione dai familiari e da collezionisti privati. Non ci sono sale dedicate ad un solo artista, ma Maggiori e Rambaldi sono presenti negli stessi locali, in pareti opposte, con le tele disposte in modo tale da raccontare il loro cammino artistico. In un suggestivo angolo della sale, sono stati ricostruiti in chiave simbolica, gli studi dei due artisti.
 
Il direttore artistico Franco Bellardi dopo aver ringraziato la Fondazione Varrone, unico Ente che promuove l’arte come strumento di crescita di un territorio, definisce la mostra un’operazione culturale di attenta ricerca dell’anima di un luogo e dell’identità territoriale: – Maggiori e Rambaldi sono gli ultimi maestri del Novecento e raccolgono nella loro arte tutte le correnti del secolo scorso.
Dalla ricerca d’avanguardia all’emozione del colore e delle pennellate liriche. I loro quadri non appartengono ad un periodo storico, ma sono sempre attuali, esprimendo un privilegiato stato di contemporaneità-.
 
Presenti anche i collaboratori del catalogo della mostra, il Prof. Mino Valeri e la dott.ssa Franca Calzavacca, noti storici dell’arte che occupano da diversi decenni un posto di primo piano nella critica dell’arte contemporanea, e la dott.ssa Claudia Sensi.
 
Dopo i brevi interventi di apertura è seguito il tradizionale taglio del nastro – In questa mostra si riesce a “ comunicare con i quadri” – ha commentato il Presidente de Sanctis.
 
INFO MOSTRA:
orari: venerdì, sabato e domenica   10,00 – 20,00
Orari straordinari:
04 DICEMBRE 10,00 – 20,00 
08 DICEMBRE 10,00 – 20,00
24 DICEMBRE 10,00 – 20,00
25 DICEMBRE – chiuso.
26 DICEMBRE 10,00 – 20,00
31 DICEMBRE 10,00 – 20,00

01 GENNAIO 10,00 – 20,00 
06 GENNAIO 10,00 – 20,00
 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA PER GRUPPI SUPERIORI ALLE 10 UNITA’
biglietti: ingresso libero.
Sede mostra: Rieti, Palazzo Potenziani – via dei Crispolti, 24
Info e prenotazioni: tel. 0746 – 491422 fax 0746 – 294906 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here