La scuola e il Decreto Milleproroghe

Il 20 settembre il Senato ha approvato definitivamente, in terza lettura, il decreto milleproroghe. L’articolo 6 è relativo all’istruzione ed in particolare in alcuni commi, alla scuola.

Per questo motivo la Uil Scuola ha ritenuto opportuno fornire alcuni chiarimenti in merito. Il comma 3 si riferisce alle scuole italiane all’estero e si limita a prorogare di un anno le vigenti graduatorie per le destinazioni all’estero, cassando ulteriori emendamenti precedentemente introdotti che intervenivano sulla durata del servizio all’estero. Il comma 3 quater proroga al 31 marzo 2019 la possibilità di presentare l’autodichiarazione dei vaccini per le scuole dell’infanzia.

Il comma 3 quinquies, soppresso, interveniva in maniera confusa sulle graduatorie del personale docente della scuola dell’infanzia e primaria, peraltro in maniera contraddittoria con quanto recentemente stabilito con il “decreto dignità”.Il comma 3 sexies proroga la spendibilità della “Carta del docente” dell’anno scolastico 2016/2017 al 31 dicembre 2018. Il comma 3 septies proroga al 1° settembre 2019 l’entrata in vigore della valutazione delle prove Invalsi nell’esame di maturità. Il comma 3 octies proroga al 1° settembre 2019 l’entrata in vigore della valutazione della alternanza scuola-lavoro nell’esame di maturità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here