Ciclismo, a 55 anni Giorgio Antonelli “Il Capitano” non smette di stupire

Giorgio Antonelli non smette di stupire. Il cicloamatore reatino seguita a vincere e dominare. Ciò in barba all’anagrafe che ne conta 55 (piuttosto, compiuti giusto lo scorso 22 settembre: auguri!), ma che per questo energumeno del pedale sembra davvero non avere alcun peso. Antonelli è senza ombra di dubbio il cicloamatore reatino dalla carriera più longeva e dai maggiori successi.
Domenica scorsa “Il Capitano” (il nomignolo col quale Antonelli è noto nel mondo delle due ruote) l’ha combinata grossa! A Colli al Volturno, in provincia di Isernia, si è disputato il Campionato italiano di cronometro a coppie Csain. Antonelli vi ha preso parte con il fido Stefano Ferminelli, ternano, compagno di vecchia data e con il quale il buon Giorgio ha condiviso i tanti successi maturati in sella in questi ultimi due lustri di carriera. L’obiettivo della “fantastica coppia” della White Bull (questo il nome dell’associazione sportiva per la quale competono i due ciclisti) era quello di vincere il Campionato italiano, ma di categoria. “Nessuno – dice Antonelli – avrebbe mai pensato di cogliere una vittoria assoluta”.
Ciò in ragione degli avversari, molti dei quali competitivi e, soprattutto, ben più giovani della coppia Antonelli – Ferminelli. Ed invece è arrivato un successo totale che ha dell’inverosimile, ma che non fa una piega, premiando due atleti eccelsi. L’affermazione, stante l’età complessiva dei due ciclisti (Antonelli 55 anni, Ferminelli 47 anni) ha davvero dell’incredibile. “Credo sia una delle migliori performance della mia lunga carriera – afferma con soddisfazione “Il Capitano” che, con questa, ha collezionato la nona vittoria stagionale su 14 competizioni disputate – certamente la migliore di questa stagione sportiva. Devo però ringraziare il mio compagno Stefano Ferminelli che è stato un portento.
Senza di lui e senza il suo stupefacente impegno, mai avremmo potuto raccogliere un successo tanto prestigioso”. La gara si è svolta su di un percorso di complessivi 20,700 km, molto vallonato, con vere e proprie salite e molte curve. Non è mancato il vento eppure, nonostante ciò, i vincitori hanno coperto l’impegnativo percorso in 29 minuti e 17 secondi alla eloquente media di 42.4 km/h. E, per chi sa di bicicletta, si tratta di tempi e medie di valore assoluto. “Nulla nasce per caso – puntualizza Il Capitano che, nativo di Bocchignano in Sabina, vive a Rieti ormai da molti anni ed insegna lingua italiana presso l’Istituto Alberghiero Costaggini – lo sforzo che ho compiuto domenica è stato di una intensità devastante, però la vittoria, giunta con valore assoluto e al di là di ogni e più rosea previsione, ripaga dei tanti sacrifici compiuti quotidianamente in allenamento”. Giorgio Antonelli si era già laureato Campione italiano Csain individuale lo scorso 15 maggio a Fiuggi.
Il titolo vinto domenica scorsa a Colli al Volturno, seppur in coppia con l’ottimo Ferminelli, è il nono “tricolore” che Antonelli mette in bacheca in una carriera che definire tanto longeva quanto lusinghiera e mirabolante è poco: 663 gare disputate, 128 vittorie, 9 titoli italiani e 442.000 i chilometri percorsi in bicicletta in ben 31 anni di competizioni e di allenamenti massacranti.
Valerio Pasquetti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here