30 anni fa cadeva il muro di Berlino. A Rieti una mostra per celebrare l’orgoglio di quei giovani europei

Ricordare una data storica per la costruzione dell’Europa e guardare al futuro per un’Europa dei popoli e delle nazioni. A trent’anni dalla caduta del muro che ci ha divisi, quell’Europa libera e sovrana è ancora da costruire.

“Di fronte all’Europa delle banche e della finanza, dello spread e delle quote latte, lo spirito dei veri europeisti risiede nella gioia di quei giovani che festeggiarono nell’ 89, prendendo a picconate quel muro e ballando sulle sue macerie – commenta Daniele Sinibaldi, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia – e allora abbiamo deciso di celebrare anche noi il “ Giorno della Libertà ” istituito e riconosciuto dal Governo Italiano, attraverso l’organizzazione di una mostra proposta e donata gratuitamente al Comune di Rieti, che sappia far rivivere attraverso le immagini quei momenti che hanno rappresentato il vero cemento ideale dell’Europa che ancora sognamo, frutto di secoli di storia, cultura e tradizione, di diverse esperienze religiose, civili e sociali, finanche di contrasti che ci hanno spesso diviso ma che hanno innegabilmente tratteggiato nel tempo e nello spazio quelle caratteristiche uniche di una grande civiltà. ”

MOSTRA
“Addio maledetto Muro” è il titolo della mostra. Immagini inedite tratte dall’archivio della Nato e della Cia, documenti e foto donate dall’archivio del Centro studi Pino Rauti. Una mostra fotografica multimediale, già inaugurata ed ospitata nei locali della Fondazione Alleanza Nazionale che commemora il trentennale della storica caduta del Muro di Berlino del 9 novembre 1989, simbolo dell’oppressione comunista e della rinascita dell’Europa.

Diciannove pannelli, realizzati grazie al contributo della Fondazione New Direction, ideata e realizzata da Margherita Grassellini, dallo storico Emanuele Merlino e dal grafico Andrea Moi. Si parte dalla costruzione del muro della morte con la sua scia di sangue per arrivare all’entusiamo e all’emozione dei festeggiamenti per l’abbattimento, sulle note di The Wall dei Pink Floyd.

La mostra sarà inaugurata giovedì 21 novembre presso la sala consiliare del Comune di Rieti e sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 24 novembre.”

Coordinamento provinciale Fratelli d’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here