Premier Conte nei comuni terremotati: Dare risposte nel minor tempo possibile

“Speranza e fiducia, unite a tanta voglia di riscatto. Sono state ore molto intense quelle trascorse in alcuni comuni terremotati del Centro Italia: la visita alle ‘casette’ di Borbona, poi alle strutture d’emergenza per il comune e la scuola di Cittareale, sempre nel reatino, e infine il confronto molto franco e onesto avuto a Norcia non solo con gli amministratori del territorio, ma anche con i comitati e la popolazione locale.

Ho raccolto le preoccupazioni, il grido di allarme e anche lo scoramento di molti di loro. Sono consapevole delle tante difficoltà riscontrate in questi mesi ma, sia chiaro, non abbiamo mai distolto l’attenzione da questi territori. Ora dobbiamo fare molto di più.

Sulla fase emergenziale riusciamo ad operare velocemente con gli strumenti a disposizione, mentre sulla fase della ricostruzione dobbiamo imprimere una decisa accelerata. Ho voluto recarmi nei centri terremotati adesso proprio per questo motivo: in Parlamento è in discussione il decreto legge “sblocca-cantieri” che contiene le norme per semplificare la fase della ricostruzione post sisma. Con i sindaci del territorio mi sono confrontato per apportare le modifiche necessarie, effettivamente rispondenti alle esigenze che provengono da queste comunità. Siamo al lavoro per prevenire il rischio spopolamento, per dare una casa a chi vive ancora in abitazioni di emergenza, per dare sicurezza e un futuro a chi ha perso un lavoro e ai giovani, per rilanciare il tessuto produttivo.

Tornerò in questi territori già nei prossimi giorni. Il mio impegno è dare queste risposte nel minor tempo possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here