Millesimi, Bianchetti e Barbante tentano i 6.759 metri del Cerro Bonete Chico (Argentina)

Con il patrocinio del Comune di Rieti, del Club alpino di Rieti e Antrodoco, del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Rieti, tra pochi giorni gli alpinisti reatini Arnaldo Millesimi, Paolo Bianchetti e Federica Barbante partiranno per il continente Sud Americano con due obiettivi: ritornare sulla vetta Città di Rieti di 6.250 metri s.l.m. e tentare la scalata della quarta vetta della cordigliera andina il Cerro Bonete Chico, di 6.759 metri s.l.m.

Con il ritorno sulla vetta Città di Rieti si vuole ricordare l’ultima scalata effettuata nel 2006, dal forte alpinista reatino Alberto Bianchetti, erano con lui i compagni di cordata Eliano Pessa e Arnaldo Millesimi.

In questa occasione, il figlio Paolo, unitamente ai componenti della spedizione e a quanti conobbero ed apprezzarono Alberto, porterà sulla cumbre Città di Rieti, una targa commemorativa (nella foto).

L’altro obiettivo sarà quello di scalare il Cerro Bonete Chico, che con i suoi 6.759 metri. Dopo L’Aconcagua, L’Ojos del Salado ed il Pissis, è la quarta vetta della cordigliera andina.

Alcuni componenti la spedizione hanno già scalato almeno una delle tre vette, ad esempio Paolo Bianchetti sull’Ojos de Salado, ma c’è anche chi le ha scalate tutte e tre, proprio come Arnaldo Millesimi.

Se Millesimi raggiungerà la quarta vetta, “Bonete Chico“, entrerà in corsa per il circuito del Top Cinque, ovvero degli alpinisti che hanno scalato le prime cinque vette della cordigliera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here