LA STORIA DI… Gianluca

LA STORIA DI GIANLUCA è narrata dalla direttrice della CNA Rieti, Enza Bufacchi.

“Non lavoro, gioco! Per me lavorare è come realizzare i sogni di un bambino che gioca”.

Forse anche per questo, oltre che per il cognome Maggi, che la sua azienda si chiama “Ferromaggia”.

Tutte espressioni dell’amore e della passione di Gianluca per il suo lavoro.

Dentro una bottega artigiana lui ci è nato, perché suo padre Renato, che ancora lo aiuta, era ed è fabbro e maestro.

Intanto che gioca e lavora Gianluca studia, si diploma meccanico industriale e poi va a Milano dove frequenta, per quasi un anno, un corso di specializzazione per costruttori di macchine utensili, una formazione importante con insegnanti del Politecnico di Torino e tecnici di alcune grandi aziende.

Torna e lavora per 14 anni come tecnico specializzato alla Merlin Gerin.

Forte dell’esperienza formativa e lavorativa, nel 2005 a 35 anni Gianluca decide che è arrivato il momento di trasferire tutto questo bagaglio nell’azienda di famiglia e di diventare protagonista della sua innovazione.

Comincia a lavorare con macchine che utilizzano nuove tecnologie, in particolare una “combinata” che ne utilizza addirittura due e che consente di tagliare con un idrogetto qualsiasi materiale, pietra vetro, legno, plastiche, ecc., e di lavorare tutti i metalli.

Questo nuovo modo di fare l’antico mestiere di fabbro richiama l’attenzione di architetti, ingegneri, designer, aziende, da tutto il mondo.

Impossibile citare anche solo i lavori più importanti che Gianluca ha realizzato in questi anni, ma ad alcuni di quelli fatti nella sua città lui tiene molto, in modo particolare: il pendolo antisismico della torre del Comune di Rieti, le capriate della sala sotterranea del teatro Flavio Vespasiano, il restyling del percorso della Rieti Sotterranea realizzato in acciaio corten, gli edifici della Fondazione Varrone di Largo San Giorgio.

Anche ad un premio Gianluca tiene molto, quello degli Architetti de L’Aquila per la migliore ristrutturazione del 2014, realizzata da un pool di aziende tra le quali “Ferromaggia”.

Se volete sapere che cosa significa “artigiano digitale”, oltre che leggere Stefano Micelli, andare nei fablab e visitare il Maker faire, dovete andare in via Alberto Alunni, nella zona artigianale di Rieti, dove Gianluca con la sua competente squadra progetta, lavora e, giocando, realizza i sogni dei suoi sempre più numerosi clienti.

Quest’anno, per i suoi Cinquanta anni e per i quindici anni di attività, Gianluca avrebbe voluto regalarsi e regalare a tanti, una grande festa, ma il Covid gli ha impedito per ora questa gioia.

Ma quando tutto sarà finito, ci sarà una ragione in più per festeggiare!
Intanto auguri!

Gianluca Maggi
Tel. 349 3183321
FB Costruzioni Metalliche Maggi Gianluca

Link alla storia pubblicata su FB: https://m.facebook.com/rieticna/posts/1688659227824635
#lastoriadicnarieti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here