La Fondazione Flavio Vespasiano indice il primo Concorso di Interpretazione di Musica contemporanea

La Fondazione Flavio Vespasiano in occasione della XII edizione del Reate Festival organizza la prima edizione del Concorso di Interpretazione di Musica contemporanea dedicato a singoli esecutori e a formazioni vocali e strumentali, fino a un massimo di cinque esecutori.

La gravissima crisi nazionale e internazionale provocata dall’epidemia di Covid19 ha travolto in una delle più gravi recessioni a memoria d’uomo proprio il mondo dello spettacolo e della musica, un universo nel quale l’Italia ha sempre occupato un posto di primaria importanza.

La Fondazione Flavio Vespasiano, consapevole di questo momento storico, ha deciso di contribuire all’approfondimento dello studio e dell’interpretazione della musica moderna e contemporanea con la creazione di un concorso che consenta la valorizzazione di quella Nuova Musica, che affonda le proprie radici nell’ineludibile patrimonio del passato.

I giovani interpreti sono particolarmente penalizzati da questa crisi senza precedenti e per questo motivo, la Fondazione Flavio Vespasiano, che fin dalla sua creazione ha mostrato particolare sensibilità per i giovani, vuole offrire il proprio contributo, certa del fatto che, solo sostenendo con coraggio e convinzione le nuove generazioni, si potrà dare un concreto sostegno al mondo dell’arte e della cultura.

Possono partecipare al bando, con scadenza 30 settembre 2020, singoli esecutori o a formazioni vocali e strumentali, fino a un massimo di cinque esecutori, italiani o stranieri, residenti in Italia, i cui componenti non abbiano superato i trentacinque anni di età alla data di presentazione della domanda di partecipazione. La selezione dei candidati verrà effettuata in base all’invio di materiale audio/video.

I vincitori del concorso avranno la possibilità di esibirsi all’interno della programmazione della dodicesima edizione del Reate Festival, che si svolgerà a Rieti da ottobre a dicembre 2020.

I partecipanti al concorso potranno scegliere i brani da presentare in un repertorio compreso dal 1945 ad oggi, con composizioni di autori italiani e stranieri edite o inedite.

La selezione vedrà un numero massimo di tre vincitori, ai quali si aggiungerà un premio speciale “Città di Rieti” per i musicisti provenienti dal territorio reatino. I vincitori saranno individuati da una giuria composta da

-Lucio Gregoretti (Compositore; Presidente Associazione Nuova Consonanza)
-Matteo d’Amico (Compositore; Vicepresidente Accademia Filarmonica Romana)
-Gabriele Bonolis (Compositore; Direttore d’orchestra)
-Lucia Bonifaci (Sovrintendente Fondazione Flavio Vespasiano)
-Cesare Scarton (Direttore Artistico Fondazione Flavio Vespasiano)
Sul sito sono disponibili il bando e il regolamento del concorso in lingua italiana e in lingua inglese.

Per informazioni:
Telefono: 0746 259291
concorso@reatefestival.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here