Ex lavoratori Risorse Sabine: Speriamo di rientrare nel piano di stabilizzazione degli LSU

“Aldilà dei diversi schieramenti politici che in questi giorni sui giornali locali, disquisendo sulla pelle dei Lavoratori socialmente utili, hanno (per fortuna!) riacceso i riflettori anche sulla nostra tragica condizione di disoccupati, siamo contenti che si sia deciso di affrontare il problema della stabilizzazione dei LSU con una Legge Regionale ma ci saremmo aspettati che questo fosse stato previsto anche per noi ex dipendenti di Risorse Sabine visto che siamo per la quasi totalità ex LSU della Provincia di Rieti e che la possibilità di essere stabilizzati presso gli Enti Locali che ci utilizzano ci era stata prospettata e data per possibile dall’allora Assessore e attualmente Consigliere Regionale Fabio Refrigeri!

Vogliamo comunque continuare ad essere fiduciosi, confidando che in Regione stiano lavorando per ridare anche a noi la speranza non solo di poter essere stabilizzati lma dando seguito a quanto promesso nell’importante incontro tenutosi il 1marzo 2019 a Rieti presso gli uffici della ricostruzione del sisma 2016, tra il Comitato ex Lavoratori di Risorse Sabine, l’ex Sindaco di Rieti Simone Petrangeli e l’Assessore Regionale al lavoro Claudio Di Berardino.

L’Assessore Di Berardino, in quel tavolo, ha assunto , anche a nome della Giunta del Presidente Zingaretti , l’impegno di prevedere nella prossima legge di stabilità per l’anno 2020, la proroga dei progetti di politica attiva per gli anni 2021-2023 la cui prossima scadenza nel 2020, ci preme ricordarlo a tutti gli attori della Politica, lascerebbe senza sostegno economico ben 84 lavoratori!

Altro impegno assunto è stato quello di far recuperare l’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP), che viene ingiustamente pagata dai lavoratori da oltre 2 anni. Siamo arrivati alla fine di novembre ….. tra un po’ sarà Natale ……e il bilancio regionale approvato….ci saremo anche noi tra le poste del bilancio?

Eche dire dell’Elenco dei lavoratori di Risorse Sabine istituito dall’art. 9 della Legge Regionale 17/2015 a cui avrebbero dovuto attingere le Società pubbliche regionali in caso di nuove assunzioni? Lettera morta…. Nessuno è stato ancora chiamato…… Ci sembra che la legge recentemente approvata preveda anche per i LSU un analogo Elenco a cui le società regionali potranno attingere….speriamo che siano più fortunati di noi !

Non vogliamo usare toni polemici o rivangare le motivazioni e le responsabilità che hanno portato al licenziamento dei 106 lavoratori dell’unica società pubblica della Provincia di Rieti ma vogliamo con forza chiamare tutti i politici del territorio nessuno escluso l’On. Melilli, l’On. Trancassini, l’On. Lorenzoni, Il Presidente della Provincia Calisse, l’Assessore Di Berardino, il Consigliere Refrigeri ma soprattutto il Presidente Zingaretti per chiudere definitivamente una vicenda che dura da ormai troppi anni e che coinvolge la vita di ben 84 famiglie.

Vista l’unanimità della votazione della legge regionale sulla stabilizzazione dei LSU, chiediamo altresì che ci sia unanime approvazione da parte dell’assise consiliare della regione anche per la nostra vicenda, proprio nello spirito di trasversalità dell’azione politica dinanzi alla dignità del lavoro e dei lavoratori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here