Domeniconi scrive al sindaco Cicchetti: “Mi scuso per lo sfogo, ma la popolazione è allo stremo”

Di seguito riportiamo la lettera che l’assessore alla Polizia Municipale e Protezione Civile, Onorina Domeniconi (nella foto), ha inviato al sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, dopo le polemiche emerse da un post pubblicato dalla stessa Domeniconi sul proprio profilo Facebook:

“In riferimento al post pubblicato sulla mia pagina personale di Facebook in data di ieri intendo precisare che lo stesso è stato dettato dall’ira del momento e dalla profonda indignazione che mi hanno destato le dichiarazioni rese dal Presidente del Consiglio nella conferenza stampa che, a ben vedere, hanno dimostrato tutti i limiti e l’inadeguatezza dell’attività del Governo nel fronteggiare una emergenza così grave che richiede interventi immediati che tardano a vedersi.

Sentire dei meri proclami di interventi futuri, in uno a elogi autoreferenziali, e trovare il tutto così distante dalle concrete e quotidiane esigenze della popolazione sempre più prostrata da una crisi senza pari, vedere che, in concreto, ben poco è stato fatto (basti pensare alle difficoltà per l’accesso e, più ancora, al pagamento della cassa integrazione o al concreto percepimento del reddito di ultima istanza o alle materiali problematicità per l’accesso al credito fino a € 25.000, sebbene garantito al 100% dallo Stato), avendo la sottoscritta la chiara percezione, proprio per il ruolo ricoperto all’interno dell’amministrazione, delle marchiane inefficienze dell’amministrazione centrale mi ha fatto esprimere in maniera poco consona al mio ruolo istituzionale per la qual cosa chiedo scusa al Sindaco dell’amministrazione comunale di cui mi onoro di far parte.

Spero con tutta me stessa che la valutazione negativa degli interventi statali da me espressa possa quanto prima essere smentita dalla prova dei fatti, auspicando che le innumerevoli criticità possano trovare l’immediata soluzione di cui la gente ha bisogno.”

Onorina Domeniconi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here