Cuci di rosso il tuo nome sul “Lenzuolo SOSpeso” per ricordare le donne vittime di violenza

Anche il Centro Antiviolenza Angelita aderisce al progetto “Lenzuolo SOSpeso”. Alla realizzazione sono chiamati tutti i cittadini che vorranno dedicare un ricordo alle donne vittime di violenza.

Ogni partecipante potrà ricamare col filo rosso il proprio nome accanto a quelli degli altri, contribuendo così a creare una performance di “tessitura sociale “, un arazzo, che verrà presentato l’8 marzo, in occasione della Festa della donna.

Nella giornata di oggi, domenica 23 febbraio 2020, se anche tu vuoi cucire di rosso il tuo nome sul Lenzuolo SOSpeso, puoi farlo andando lungo fiume Velino in via Lungovelino Bellagamba.

Questo nuovo lenzuolo farà parte del progetto iniziato dall’artista Silvia Capiluppi, il lenzuolo della sorellanza, a cui sono seguiti oltre 30 lenzuoli ricamati in Italia e all’estero.

Per partecipare basterà prendere contatti con l’Associazione o presentarsi ad uno degli appuntamenti dedicati sul territorio e contribuire alla realizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here