COLDIRETTI: VERTENZA LATTE, DOPO I BOVINI SI RIPARTE CON GLI OVINI

Massimo Gargano

“Ci rivolgiamo all’assessore regionale Angela Birindelli alla quale chiediamo la convocazione urgente di un TAVOLO aperto alle associazioni sindacali, agli industriali, alla politica, per discutere ed affrontare le problematiche del comparto ovino a Roma e nel Lazio: anche in questo caso va stabilito un giusto prezzo che non può essere inferiore agli 84 centesimi, attualmente i pastori sono costretti a vendere a una cifra che oscilla tra i 65 e i 70 centesimi e che non copre affatto le spese di produzione”, dicono Massimo Gargano, Presidente di Coldiretti Lazio e Aldo Mattia, Direttore.

TRE I PUNTI CHE DOVRANNO ESSERE DISCUSSI
1) Giusto prezzo vendita al litro
2) Sostenere una politica adeguata dell’IGP abbacchio e la DOP della ricotta romana
3) Avviare una misura di politica, all’interno del PSR, finalizzata a sostenere il benessere animale

L’instabilità dei prezzi alla produzione che hanno colpito il latte di ovino in questi ultimi giorni (si sarebbe in alcuni casi registrata una ulteriore flessione tra gli 0,70 e gli 0,75 centesimi al litro) preoccupa molto  Coldiretti.

“Si preannuncia un settembre molto caldo – concludono  Gargano e Mattia – per prevenire possibili manifestazioni chiediamo la convocazione del Tavolo ”.

Altra questione che dovrà essere affrontata è quella relativa al pagamento di pedaggi  salatissimi per il pascolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here