Il 27 gennaio tornano i “Cavalli infiocchettati”. Collaborazione con Vignola (Modena) e Sant’Oreste

La 39° edizione dei Cavalli infiocchettati si terrà a Rieti il 27 gennaio. Ma quest’anno il programma è particolarmente ricco e si coniuga anche ad un’iniziativa di promozione sviluppata dal Comitato gemellaggi. Le manifestazioni inizieranno già giovedì1 7 gennaio con la Messa in onore di S. Antonio Abate presso la Basilica di Sant’Agostino alle ore 18. Sabato 19 gennaio alle 20:30, presso l’Agriturismo “Le Fontanelle” di Contigliano Cena del Cavaliere. Mercoledì 23 gennaio alle ore 11 giornata dedicata ai diversamente abili presso il maneggio “Cascina Boalecchia” di Terria.

Venerdì 25 gennaio alle ore 18 concerto della corale “G.Rosati” presso la Chiesa di Sant’Eusanio, offerto dalla Loca Motiva. Sempre venerdì e fino a domenica 27 gennaio Mostra d’arte presso la Sala Mostre del Comune di Rieti. Sabato 26 gennaio dalle ore 11 alle ore 17 “battesimo della Sella” presso Lungovelino Bellagamba. Domenica 27 la giornata clou.

  • Dalle 13 alle 16 presso Piazza Chiesa del Suffragio la Asd Rieti in line proporrà una dimostrazione di pattinaggio con i propri atleti

  • Alle 12 partenza da Piazza Chiesa del Suffragio di un gruppo a cavallo in costume storico che raggiungerà la Chiesa di Sant’Antonio Abate per rievocare la cerimonia originaria della benedizione dei cavalli infiocchettati. Dopo il rito i cavalieri raggiungeranno il Foro Boario per guidare la manifestazione cittadina

  • Sempre al Foro Boario dalle ore 10 raduno dei cavalieri. Alle 14 inizio sfilata: Foro Boario, Via Tancia, Via S. Sassetti, Via Salaria per Roma

  • Alle 14.30 arrivo a Porta d’Arce, saluto delle Autorità. Percorso: Via Garibaldi, Piazza Vittorio Emanuele II, Via Cintia, Piazza Marconi, Viale Verani, sosta Piazzale Leoni, Via Theseider, Viale Matteucci, Via S.Sassetti, Via Salaria per Roma, Piazza della Repubblica, Via Porta Romana, Piazza Cavour, Ponte Romano sul Velino, Via della Verdura, Piazza Bachelet, Via Falcone, Via Borsellino, Via dei Gerani, Via Cintia, Piazza Vittorio Emanuele, Via Garibaldi.

La manifestazione è promossa dall’Associazione Porta d’Arce, con il patrocinio del Comune di Rieti e il sostegno di Camera di Commercio e Ascom. Proprio in occasione dei Cavalli infiocchettati si concretizzerà un nuovo rapporto di amicizia di Rieti con i Comuni di Vignola e Sant’Oreste, nel nome di Jacopo Barozzi, detto appunto “Il Vignola”. Il programma prevede:

  • Sabato 26 gennaio alle ore 17 la visita della Città a cura dei membri del Comitato (centro storico, Cattedrale, Pinacoteca Diocesana, ecc)

  • Domenica 27 gennaio alle 10 visita a Teatro Flavio Vespasiano, Palazzo Vincenti Mareri, Palazzo Vecchiarelli e Vincentini, Palazzo Colelli. Alle 12 Visita della chiesa di Sant’Antonio Abate del Vignola e alle 12.30 rappresentazione esemplificativa dei cavalli infiocchettati con l’associazione Porta d’Arce

“Si rinnova una tradizione prestigiosa della Città grazie ad un fruttuoso cambio generazionale nel quartiere di Porta d’Arce – dichiara il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti – L’impegno di una nuova generazione guidata da Iacobucci consente di mantenere intatti valori e ricordi, aspirazioni e speranze di un antico quartiere della Città”.

“Anno dopo anno, con grandi sforzi degli organizzatori e di tutti i partner, tentiamo di far crescere una manifestazione ormai radicata nell’immaginario locale ma potenzialmente significativa anche per la promozione del territorio oltre i nostri confini – dichiara il Presidente dell’Associazione Porta d’Arce, Valentino Iacobucci – Quest’anno siamo riusciti ad allestire un calendario di eventi articolato, che va ben oltre l’importante tradizione della sfilata dei cavalieri della domenica, e propone una serie di attività che spaziano dall’arte alla solidarietà”.

“Il rapporto di amicizia nel segno del Vignola era uno dei punti del nostro programma e siamo riusciti a concretizzarlo in poco tempo – aggiunge la Presidente del Comitato Gemellaggi, Elisabetta Occhiodoro – si tratta di un tassello importante per la promozione turistica e culturale della nostra Città”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here