Coronavirus, all’ospedale de’ Lellis attivato percorso di isolamento

Su disposizione del Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo (NELLA FOTO DURANTE SOPRALLUOGO EFFETTUATO AL PRONTO SOCCORSO), presso l’Ospedale de’ Lellis di Rieti, è stato attivato un percorso di isolamento.

All’esterno del Pronto Soccorso è chiaramente indicato, mediante cartelloni multilingue, il percorso per i pazienti con febbre che NON debbono entrare in Pronto Soccorso dall’ingresso pedonale usuale.

Giunto alla porta chiusa dedicata, il paziente deve necessariamente utilizzare un citofono per parlare con gli operatori del triage istruiti grazie ad un protocollo specifico. Il paziente viene pertanto sottoposto ad una rapida procedura che può condurre alla conferma o meno del sospetto contagio.

La Direzione Aziendale, contando sull’appoggio della Questura di Rieti, ha spostato il posto di Polizia del Pronto Soccorso al 2° piano del blocco chirurgico e proceduto all’allestimento, proprio all’interno di questi locali, di sale colloquio, visita e zone filtro che, sempre in caso di paziente sospetto, permetteranno di trattarlo senza che questo entri in contatto con i locali del Pronto Soccorso.

L’Azienda Sanitaria Locale di Rieti invita tutta la popolazione a seguire le istruzioni riportate, ad informarsi su eventuali aggiornamenti, soltanto attraverso notizie fornite/provenienti da fonti ufficiali, ad usare gli appositi dispenser di gel idroalcolico posizionati ovunque all’interno dell’ospedale e a rivolgersi con fiducia agli operatori sanitari aziendali, senza farsi prendere dal panico.

L’Azienda Sanitaria Locale di Rieti, sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione sin dai primissimi giorni, partecipando attivamente alle riunioni organizzate dalla Regione Lazio, facendo proprie le indicazioni condivise con tutti gli operatori della Sanità coinvolti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here