Consorzio RI/1, Sindacati: “Necessario superare la fase di stallo per garantire servizi ai cittadini”

“CGIL Roma est Valle dell’Aniene, CISL Roma Capitale e Rieti, UIL Rieti e Sabina Romana e le categorie dei pensionati SPI CGIL, CISL FNP, UIL Pensionati, ritengono opportuno portare a conoscenza della popolazione la grave situazione di stallo delle prestazioni sociali in favore delle persone e di rapporti con il Consorzio Sociale RI 1 all’interno del quale, da circa 2 anni, si riscontra una difficile gestione sia finanziaria che amministrativa, con inevitabili ripercussione sui servizi ai cittadini, erogati nei 25 comuni del Montepiano reatino che compongono il Consorzio Sociale Rieti 1.

Non si dimentichi, infatti, che i servizi sociali, previsti dalla Legge regionale 11 del 2016 e delegati dai Comuni ai Consorzi, sono fondamentali per una popolazione già colpita da una gravissima crisi economica e sociale, con un numero di anziani tra i più alti d’Italia, e un contesto in cui le persone necessitano di un sistema di politiche sociali integrato. Vale a dire, una articolata politica in favore delle famiglie, dei minori e degli adolescenti, delle persone in disabilità e disagio psichico, delle persone anziane e di quelle svantaggiate.

Le OO.SS. chiedono al Comune di Rieti, a cui spetta la presidenza del Consorzio, e ai Comuni componenti, un rinnovato impegno al fine di superare la fase di incertezza e di rimpallo di competenze, in modo da assicurare l’applicazione integrale della richiamata legge Regionale 11, rendendo disponibili e adeguate le risorse a favore delle persone in difficoltà.”

SPI CGIL – Davide Nicoli
CISL FNP – Stefano Rinaldi
UIL Pensionati – Felice Alfonsi
UIL Rieti e Sabina Romana – Alberto Paolucci
Cisl Roma Capitale e Rieti – Paolo Bianchetti
CGIL Roma est Valle dell’Aniene – Graziano Marcaccio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here