Arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia

Nella serata di ieri, 18 settembre, i Carabinieri della Stazione di Contigliano hanno tratto in arresto un uomo del luogo, B.G. di 56 anni, già noto alle Forze dell’Ordine. Per lui l’accusa è di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

L’intervento è scaturito a seguito alla richiesta pervenuta al 112 nella quale la compagna dell’uomo segnalava un violento litigio con aggressione fisica da parte del convivente.

I militari immediatamente intervenuti sul posto hanno rintracciato l’uomo in strada appena fuori dalla propria abitazione in evidente stato di alterazione psicofisica, che continuava ad inveire verbalmente contro i propri familiari barricati all’interno della casa.

Gli accertamenti esperiti nell’immediatezza hanno consentito di appurare che poco prima, all’interno dell’abitazione familiare, era scaturito un litigio tra l’uomo ed il proprio figlio minore, per dissidi su questioni economiche, che era sfociato in una violenta colluttazione ed aggressione fisica.

La degenerazione del litigio aveva indotto la compagna e madre del ragazzo a cercare di frapporsi tra i due al fine di dividerli. Nella circostanza, anche la donna è diventata bersaglio della violenza dell’uomo che l’ha percossa più volte fino a quando madre e figlio non sono riusciti a spingere l’uomo fuori di casa e chiamare i soccorsi.

L’arrivo immediato dei carabinieri ha consentito di interrompere l’azione violenta, rendendo possibile anche l’intervento di personale sanitario che ha provveduto a trasportare le due vittima dell’aggressione presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale de Lellis di Rieti dove hanno potuto ricevere le dovute cure. Fortunatamente per madre e figlio i medici hanno riscontrato solo diverse contusioni su più parti del corpo, ma nulla di più grave. Per l’uomo, comunque, è stato adottato un provvedimento di arresto in flagranza di reato, per cui è stato tradotto dai militari presso la Casa Circondariale di Rieti, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, informata dell’accaduto.

Occorre sottolineare quanto sia stato importante ai fini dell’adozione di una misura pre-cautelare, che la donna abbia avuto il coraggio di segnalare ai carabinieri quanto stava accadendo senza ritardo. L’uomo, infatti, non è nuovo a tali condotte: i suoi comportamenti aggressivi e violenti, infatti, erano già stati portati all’attenzione degli uomini della Stazione Carabinieri di Contigliano, tuttavia per ragioni non chiare, in un secondo momento, la donna aveva ritenuto di rimettere la querela già presentata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here