XVIII Convention Special Olympics Team Lazio, sulla neve di Sappada anche un pò di Rieti

L’ormai imminente partenza di 48 Atleti del Lazio per i XXXI Giochi Nazionali Invernali Special Olympics che si terranno a Sappada dal 3 al 7 febbraio prossimo coincide con la presentazione di uno degli appuntamenti più attesi dell’anno: la nostra Convention regionale prevista sabato 21 marzo presso la sede della Confindustria dell’Eur, a Roma.

Sulle Alpi Carniche saranno sette i team che rappresenteranno il Lazio, in un’edizione record per numero di iscritti (523): in particolare sono alle prese con le valigie gli Atleti dell’Asd Sorrisi che nuotano Eta Beta (Viterbo), Polisportiva Banca d’Italia (Roma), Canottieri Lazio, La Lepre e la Tartaruga, Canottieri Tevere Remo, Asd Con Noi e Polisportiva Noi con Voi (Rieti). Al fianco degli Atleti arriveranno a Sappada anche 200 tecnici, centinaia di familiari e fan provenienti da tutta Italia ai quali aggiungere 500 volontari di supporto alla manifestazione.

“Sarà anche stavolta un evento imperdibile – annuncia Stefania Cardenia, direttore regionale di Special Olympics Italia nel Lazio – con una partecipazione mai avuta prima che permetterà di sostenere la candidatura italiana all’organizzazione dei Giochi Mondiali Special Olympics di Torino 2025”.

Sarà invece il tema del lavoro, tra 50 giorni, a caratterizzare l’appuntamento con la Convention del Team Lazio di Special Olympics. Evento che vivrà la sua diciottesima edizione a Roma, nell’aula magna di Confindustria all’EUR, sabato 21 marzo dalle 10 alle 13. La manifestazione vuole affrontare un argomento caldo e attualissimo come quello dell’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettive. A più di 20 anni dalla Legge 68/1999 che ha introdotto le norme per il diritto al lavoro, la strada per una piena inclusione sociale appare ancora lunga. L’Italia si è dotata di uno strumento normativo che si propone di superare una visione esclusivamente assistenziale, ma a fronte di una legge tanto disciplinata, infatti, ad essere collocata è solo un esiguo numero di persone con disabilità intellettiva.

“La Convention Regionale – aggiunge Stefania Cardenia – è l’incontro annuale che coinvolge Atleti, volontari, tecnici, familiari e amici per raccontarci e far conoscere il nostro movimento alla società civile. Da sempre Special Olympics utilizza lo sport per formare ed includere. Il modello adottato e i risultati conseguiti fanno affermare con certezza che il lavoro è un obiettivo possibile e fondamentale. L’opportunità di esprimere le proprie capacità nello sport può essere replicata nel mondo del lavoro, per raggiungere un’inclusione reale”.

Proprio per trattare l’ambiziosa tematica, avremo come partner dell’evento lo C.S.A.In., ente di promozione sportiva che e’ particolarmente diffuso all’interno delle aziende, e come location la prestigiosa sede di Confindustria. Straordinaria testimonianza sarà quella dei protagonisti dalla fiction Rai “Ognuno è perfetto”, tra cui alcuni Atleti Special Olympics. Parteciperanno, naturalmente, tanti rappresentanti delle istituzioni, del mondo del lavoro, della cultura, dell’impresa, della comunicazione e dello sport affinché la convention lasci un segno concreto sulla società.

“All’appuntamento del 21 marzo – conclude Stefania Cardenia – parteciperanno una rappresentanza degli oltre 60 team che operano nelle 5 province del Lazio, con una grande presenza dei familiari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here