VIDEO – Studenti del Pedagogico: Studiare è un diritto che non deve crollare

Questa mattina gli studenti dell’istituto “Elena principessa di Napoli” sono scesi per le strade di Rieti per protestare riguardo la situazione creatasi all’interno dell’edificio “Sacchetti Sassetti“.

Studenti del Pedagogico in sciopero: Vogliamo una sede stabile e sicura

Opublikowany przez Rietinvetrina giornale on line Poniedziałek, 15 października 2018

“Nonostante da tempo sia stata evidenziata, non solo da noi studenti, la precarietà della struttura ci siamo ritrovati a settembre in una situazione inaccettabile, con la conseguente chiusura totale del quarto piano dell’edificio causa la sua inagibilità, pertanto otto Classi quinte sono state costrette al momentaneo trasferimento presso la sede della Sabina Universitas in via Angelo Maria Ricci.

Costretti a rientrare alla Sacchetti Sassetti nonostante i lavori fossero ancora in corso, l’epilogo della vicenda è ormai a tutti noto: venerdì 12 ottobre 2018 verso la fine della quarta ora di lezione (mezzogiorno circa) è caduta una parte di controsoffitto mettendo in serio pericolo l’incolumità degli studenti che stavano regolarmente svolgendo la lezione.

Studenti del Pedagogico: Studiare è un diritto che non deve crollare

Opublikowany przez Rietinvetrina giornale on line Poniedziałek, 15 października 2018

Chiediamo a chi di competenza di trovare al più presto una soluzione che garantisca una sede stabile e sicura, che non preveda invece i doppi turni pomeridiani che rappresenterebbero un grave disagio per tutti, soprattutto per il grande numero di pendolari presenti all’interno dell’istituto.

Quello che chiediamo dunque non è rientrare nella Sacchetti Sassetti che non garantisce, nonostante continui ripetuti lavori, la sicurezza degli studenti e che dunque ci priva del nostro diritto allo studio”.

I rappresentanti d’Istituto e della Consulta Provinciale Studentesca: Andrea Blasetti, Leonardo Rosatelli, Alessandro Casadei e Helena Cocco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here