TRA IL DIRE E L'AMMINISTRARE C'E' DI MEZZO IL MARE

Rieti, capo spotivo di quattro strade intitolato ad Enrico Savelli

Tra il dire e l’amministrare c’è di mezzo mare, questo è quello che ci viene da pensare riguardo la vicenda che riguarda i custodi degli impianti sportivi del Comune di Rieti – a dichiararlo il Segretario Generale dell’Ugl di Rieti, Marco Palmerini -. Da maggio queste persone, che da 15 anni si occupano della custodia dei campi sportivi, con le decisioni unilaterali prese dall’assessore Mezzetti saranno lasciate a casa senza lavoro e stipendio.

Ancora una volta, il trascorrere del tempo chiarisce la vera identità degli amministratori, – prosegue Palmerini – infatti, anche l’assessore Mezzetti ha dimenticato di praticare quella sana abitudine del confronto. E’ pur vero che la sua delega poco a che fare con lavoro e sociale, ma quando con atti amministrativi si rischia di lasciare a casa anche un solo lavoratore o creargli disagio sociale, almeno il dubbio di confrontarsi con il Sindacato, un vero amministratore pubblico dovrebbe farselo venire.

Una domanda ce la poniamo – conclude il Sindacalista -: non sarà mica che questa Amministrazione Comunale vuole applicare quel punto programmatico tanto caro al movimento cinque stelle che prevede l’abolizione del Sindacato? I fatti sembrano confermare questo interrogativo. Da tempo dal Sindacato aspettiamo una convocazione per parlare di Bilancio, della gestione delle Sorgenti di Fonte Cottorella, dei precari, e magari anche del progetto di città di questa giunta.
Aspettiamo fiduciosi, noi ci siamo e loro?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here