TORRICELLA IN SABINA, APPROVATI I DEBITI FUORI BILANCIO

Torricella in Sabina

Un ordine del giorno estremamente fitto e “consistente” per il sesto consiglio comunale di Torricella in Sabina. Oltre all’approvazione della nuova convenzione del servizio di segreteria con i Comuni di Belmonte, Monte San Giovanni e Mompeo, si è votato per approvare il riconoscimento ed il finanziamento di due debiti fuori bilancio ai sensi dell’art. 194 del Testo Unico degli Enti Locali.

Debiti per un valore complessivo che supera i 70 mila euro e derivanti peraltro da contenziosi legali nell’ambito dei quali la precedente amministrazione aveva rifiutato la liquidazione delle prestazioni rese a due professionisti. «Dato l’esito delle due relative vicende processuali, che hanno visto i giudici pronunciarsi in favore dei due professionisti, i quali avevano regolarmente svolto le loro mansioni, abbiamo approvato riconoscimento e finanziamento dei due debiti, anche se ciò ci ha costretto a ricorrere ad un mutuo.

E questo mi amareggia profondamente, perché abbiamo circa altri quaranta debiti di questo tipo da esaminare» afferma il Sindaco di Torricella in Sabina Alessandro Iannelli. «In realtà avrei preferito ricorrere ad un mutuo per finanziare opere di pubblica utilità. Nel nostro comune servono interventi per il rifacimento del manto stradale, per l’assistenza alle persone indigenti, per la messa in sicurezza degli edifici pubblici ed il completamento di molte strutture. Abbiamo ottenuto un finanziamento per oltre mezzo milione di euro per l’acquedotto e la rete fognante e di quasi 140 mila euro per la sistemazione di Via Roma, ma debiti di questo tipo non di certo non ci aiutano nel perseguire i nostri obiettivi.».

Molto deciso l’intervento del consigliere olivetano Daniela Pace:« Una così accurata procedura di verifica dei debiti è indice di una volontà di confronto e di assunzione di responsabilità. Il Consiglio comunale assume nuovamente la sua dignità di luogo di dibattito politico. Questa assise ha finalmente recuperato la sua onorabilità. Con il riconoscimento di questi debiti e la piena condivisione delle informazioni ad essi relative, vogliamo mandare un messaggio preciso alla nostra comunità: ci impegneremo affinché ciò non accada più.».

Dal canto suo, il consigliere di maggioranza con delega al Bilancio Narciso Galasso ha chiesto che si verifichino eventuali responsabilità soggettive relative ai debiti fuori bilancio considerando l’aggravio di spese a danno dei cittadini. Il Consiglio Comunale ha inoltre provveduto a deliberare l’assestamento di bilancio, atto previsto dalla legge prima del consuntivo d’esercizio.

Il Consiglio ha preso atto delle variazioni in entrata ed uscita pari ad euro 308.688,62 e, riscontrando gli equilibri di bilancio, ha deliberato l’assestamento all’unanimità. «Per quanto riguarda le entrate» –sottolineato Galasso -«riscontriamo minori entrate al capitolo proventi “canone acquedotto” dovuto all’applicazione del nuovo regolamento comunale. Infatti, con l’innalzamento dei consumi per la prima fascia e del canone per la seconda fascia, sono stati pochi gli utenti che per i consumi sono andati in seconda fascia.».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here