SECONDA FESTA NAZIONALE DEGLI ORTI IN CONDOTTA

Orto in condottaMercoledì 11 novembre è indetta la seconda festa nazionale degli orti in condotta progetto dell’associazione Slow Food che ha l’obiettivo di diffondere l’educazione ambientale, alimentare e del gusto nelle scuole. I temi di una nuova agricoltura, rispettosa della natura, delle persone e della salute, sono affrontati insieme agli allievi, agli insegnanti, ai genitori, ai nonni ortolani e ai produttori locali.

Nel giorno dell’estate di San Martino, che segna la fine dell’anno agrario, studenti, insegnanti, genitori e nonni ortolani mettono a riposo l’orto scolastico coltivato con tanta cura festeggiando l’evento con giochi ed intrattenimenti. La Condotta Slow Food della Sabina, per questo secondo anno, insieme al Parco dei Monti Lucretili ha organizzato all’interno della Scuola Pinocchio di Borgo Santa Maria “Il gioco del piacere delle confetture”, un momento ludico centrale della festa perché vedrà coinvolti bambini, genitori e insegnanti dei 211 Orto in Condotta sparsi in tutto il territorio nazionale ad assaggiare  alla cieca 3 confetture e ad indicare la più gradita. La sede nazionale di Slow Food raccoglierà le preferenze e a fine giornata verrà decretata la “Confettura preferita dell’Orto in Condotta”.

“Ma la festa non finisce qui – ci riferisce Ines Innocentini responsabile regionale del progetto- infatti prosegue con  il gruppo musicale Orecchio Verde del Parco dei Monti Lucretili che canterà la canzone-poesia "L’insalata sbagliata" di G. Rodari e “La ballata dell’Orto” e coinvolgerà i bambini a realizzare una insalatona con i prodotti dell’orto che degusteranno tutti insieme. Invitato d’onore la signora Maria Feretti Rodari! ” Il progetto Orto in Condotta nelle scuole ricadenti nel territorio del Parco: Poggio Moiano, Montorio Romano, Scandriglia, Montelibretti, Vicovaro, Licenza, Montelibretti, Borgo Santa Maria è al suo terzo anno e grazie alla passione e alla vivace attività dell’Ufficio di educazione ambientale si sono realizzati più di 10 orti biologici che nel corso dell’anno hanno prodotto diversi ortaggi, mentre altre scuole per problemi di spazio hanno sperimentato la coltivazione in vaso. Il progetto ha fatto lavorare gli insegnanti in maniera interdisciplinare toccando le diverse materie, producendo diversi materiali didattici come per esempio la realizzazione di  pannelli sull’orientamento, poesie e rime sulle stagioni, dei souvenir con soggetti gli ortaggi dell’orto, oli e sott’oli, piantine in vaso da regalare ai genitori con scheda della pianta allegata, ecc.
E’ nata anche la “Ballata dell’Orto” un vero e proprio inno all’orticoltura.

La festa prosegue la sera a Roma con il progetto Orti in Condotta delle scuole I Monelli e La Torre di Babele, la condotta di Roma coordinatrice del progetto, oltre al gioco del piacere ha organizzato una gustosissima cena a base dei prodotti dell’orto presso un’osteria romana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here