Scuola, UIL: “La chiamata diretta è stata un grande errore. E’ bene eliminarla”

La chiamata diretta, prevista dalla Legge 10715 che aveva coinvolto i docenti, è stato un grande errore; ora si vorrebbe ripetere un metodo sbagliato, dal momento che si starebbe riproponendo con i dirigenti scolastici per i quali si è fatto un concorso e si sta predisponendo una graduatoria di merito.

La chiamata diretta, che ha avuto il via libera al Senato,è un sistema che la Uil Scuola non condivide affatto, perché “la scuola non è – come sostiene Pino Turi (segretario generale Uil Scuola) – una amministrazione di stampo burocratico,che possa agire per vie gerarchiche né per classifiche di gradimento”.

Ed ancora, “ eliminare tutti gli strumenti di trasformazione genetica della nostra scuola costituzionale come quella della chiamata diretta o per competenze riteniamo sia un risultato che dà speranza di riscatto al sistema scolastico. Questo vale per la Buona Scuola ma anche per la regionalizzazione”.

R.M.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here