REAL RIETI FERMATO 2 – 6 DAL VENEZIA

Real Rieti - Venezia
Il Real reduce da due vittorie consecutive pesantissime con due dirette concorrenti alla salvezza ospita Venezia nel turno infrasettimanale. Formazione tipo per Miki che può contare sull’ottimo stato di forma della coppia Dao-Jardel autori di 3 gol nelle ultime due partite.
 
Parte bene il Real che sfiora il vantaggio con Giasson. Risponde Venezia con Chimanguinho, si salva Kurumoto coi piedi. Trenta secondi più tardi ottimo uno due Ercolessi Almir Rossa con quest’ultimo che a tu per tu col portiere amarantoceleste cicca clamorosamente il pallone. Un minuto più tardi gli ospiti passano con Ercolessi bravo ad inserirsi e calciare di prima intenzione. La palla colpisce il palo ed entra in rete ingannando Kurumoto. Ed è 1 a 0 Venezia.
 
Il Real sembra stordito,ma si getta in avanti alla ricerca del pareggio. Al 6’ è Alemao, ex di turno ad impegnare Androni dalla distanza. Il portiere veneto blocca in presa bassa. Gli amarantoceleste iniziano ad aumentare di giri e sfiorano il pari con Giasson che spara su Alan dopo un’ottima serpentina di Alemao. Al 9’ amarantocelesti pericolosi sugli sviluppi di un calcio di punizione, Androni fa il miracolo ed evita l’1 a 1. Un minuto più tardi ci prova Jardel, la conclusione dell’ex Benfica esce di molto sopra alla traversa. Ancora Real pericolosissimo con Vendrame che dalla distanza impegna Androni, bravissimo nella respinta. Sono i ragazzi di Miki ora a fare la partita, gli ospiti puntano sulle ripartenze veloci.
 
Al 16’ palla gol per gli ospiti con Almir Rossa, Kurumoto si distende in angolo. La risposta del Real arriva con Gustavo al termine di un’ottima azione personale sulla destra, la conclusione dell’ex Bisceglie esce però di pochissimo. Al 18’ Venezia raddoppia, Gustavo perde palla a centrocampo, e gli ospiti colpiscono in ripartenza con Bellomo che fa 2 a 0. Termina il primo tempo di gioco coi veneti in vantaggio per 2 reti a zero. La ripresa parte ancora con gli ospiti pericolosissimi con Chimanguinho che dalla distanza impegna Kurumoto. Al terzo, palo del Venezia ancora con Chimanguinho che si gira sfuggendo alla marcatura di Alemao. Le squadre si allungano, la partita diventa bellissima. Trenta secondi più tardi Dao pareggia il conto dei pali in girata ad Androni battuto. Al quinto Bellomo si divora a tu per tu la palla del 3 a 0 sparando al lato con Kurumoto in uscita alla disperata.
 
Il Real accorcia con Corazza, che su calcio di punizione batte Androni con un preciso destro che si insacca al centro della porta. Pochi secondi più tardi Jardel calcia al lato di poco imbeccato sulla destra dallo stesso Corazza. Il Real si scuote e inizia a macinare gioco sulle ali dell’entusiasmo. Androni lascia il campo a Bertoli per infortunio. Al 9’ della ripresa è Dao ad impegnare Bertoli, che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner è ancora Corazza a trovare la rete con un fendente che si insacca alla destra del portiere ospite. Al 11’ è Jardel a sfiorare il vantaggio dopo una percussione di Giasson, Ercolessi salva tutto in chiusura disperata. Un minuto più tardi Giasson sbaglia l’anticipo ed è costretto a fermare Chimanghiunho alla disperata. L’arbitro estrae il secondo cartellino giallo. Venezia approfitta della superiorità numerica colpendo dalla distanza con Almir Rossa che soprende Kurumoto.
 
Neanche il tempo di esultare e su una ripartenza colpisce di nuovo stavolta con Chimango che firma il momentaneo 4 a 2 per gli ospiti. Real alle corde, e i ragazzi di Pagana dilagano ancora con Chimanguinho che di testa batte Kurumoto. Ed è 2 a 5. Il Real prova alla disperata col portiere di movimento ma senza esiti. Venezia ne approfitta e fa 6 a 2 con Alan con un pallonetto da lontanissimo. Termina 6 a 2, per il Real si interrompe una striscia di 2 successi consecutivi. Tre punti esterni pesantissimi per Venezia che si rilancia per la salvezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here