Mezzetti (PD): “Storace chieda scusa ai reatini. La Giunta comunale si dimetta”

“Come prevedibile la destra reatina, evidentemente imbarazzata dai pignoramenti e dai sequestri che si sono accavallati con una frequenza più che preoccupante, ha iniziato a far uso delle più classiche quanto scontate “armi di distrazione di massa”.

Nella speranza di far dimenticare l’inetta gestione delle casse comunali e la scarsa attenzione alle regole da parte del sindaco Cicchetti in queste ultime ore il centrodestra reatino ci sta raccontando di porzioni di marciapiedi e di scampoli di pavimentazioni rimessi a posto come se fossero chissà quali conquiste e non semplice ordinaria amministrazione.

Tutto comprensibile se ancora una volta non avessero superato il limite. Questa volta con l’ex presidente della Regione, Francesco Storace, che travestito da editorialista, cerca di ‘spacciare’ ai reatini una realtà che non esiste, logicamente largamente condiviso e rilanciato da amministratori di destra locali tra cui il vicesindaco Sinibaldi.
Storace prende come scusa il rapporto annuale della Direzione investigativa antimafia e con la più becera operazione di contraffazione possibile descrive una città in mano alla organizzazioni criminali con le consuete squallide allusioni alle etnie e alle migrazioni.

Una baggianata talmente grande da costringere la Questura a intervenire con una nota ufficiale per smentirlo visto che il rapporto della DIA quando parla di Rieti dice queste testuali parole: “Il territorio reatino non presenta situazioni di particolare criticità in ordine alla presenza e all’operatività di organizzazioni criminali strutturate o a connotazione mafiosa”.

A Rieti come in tutto il resto d’Italia, e nel rapporto si dice anche questo, non si sta attraversando un momento facile, ma di certo affermazioni denigratorie come quelle scagliate dalla destra non aiutano la città e soprattutto non aiutano gli uomini delle forze dell’ordine che quotidianamente con grande sacrificio si adoperano per contrastare i fenomeni di illegalità.

A Rieti e ai reatini Storace deve delle scuse mentre i rappresentanti della giunta comunale devono le dimissioni in modo da evitare alla città ulteriori danni e brutte figure.”

Alessandro Mezzetti, Capogruppo del Partito Democratico Comune di Rieti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here