MAXI SEQUESTRO EFFETTUATO DALLE FIAMME GIALLE DI RIETI

Fuochi d'artifico sequestrati

Continua la costante attività di controllo del territorio attuata in tutta la provincia reatina da parte dei militari delle Fiamme Gialle di Rieti, volta a prevenire e contrastare gli illeciti di natura penale ed amministrativa.
 
Nel corso di mirate attività d’indagine, lo scorso fine settimana,  gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rieti hanno fermato un furgone in località Grotti di Cittaducale, rinvenendo al suo interno circa 700 articoli pirotecnici illecitamente detenuti e trasportati, appositamente confezionati per la vendita, consistenti in granate, bengala ecc., per un peso totale di circa un quintale e mezzo.
 
Circa la metà dei prodotti contiene materiali esplodenti classificati nella IV categoria, quindi ad elevatissima concentrazione di polvere pirica, mentre la restante parte è risultata essere sprovvista dell’apposita etichettatura destinata  a riportare talune indicazioni di sicurezza, tra cui le modalità di accensione, le precauzioni da osservare per la conservazione e la composizione chimica.
 
Questi ultimi prodotti non classificati sono particolarmente pericolosi in quanto confezionati in modo artigianale, in violazione delle più elementari norme di sicurezza vigenti a tutela del consumatore.
 
Il materiale rinvenuto è stato sequestrato e il conducente del mezzo, un ambulante di anni 57, proveniente dall’Abruzzo, è stato denunciato alla locale A.G., in violazione delle leggi di pubblica sicurezza e dell’articolo 678 del codice penale (fabbricazione o commercio abusivi di materie esplodenti).
 
Oltre alla citata violazione penale, i militari hanno provveduto a contestargli l’articolo 168, commi 8 e 8-bis, del codice della strada, che prevede una sanzione amministrativa da 1.842 a 7.000 euro, il fermo amministrativo del veicolo da 2 a 8 mesi e il conseguente ritiro della patente di guida. 
 
Proseguono le attività di indagine da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Rieti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here