FORTITUDO SENZA BARBARA RUGGERI ASPETTA IL DREAM TEAM

Fortitudo piazza Tevere

La Fortitudo si gode un posto al sole ed aspetta domenica il Dream Team tra le mura amiche.
Il Dream Team Roma non dovrebbe essere una squadra che potrebbe impensierire le reatine ma è opportuno tenere comunque l’occhio vigile perchè le romane non hanno nulla da perdere.

Gli allenamenti sono ripresi nella Palestra di Vazia e l’ottimismo del momento è senza dubbio di buon auspicio. Coach Ciambella sta vagliando tra le possibili soluzioni anche quella di inserire domenica le più giovani per fare in modo che le "titolari" possano tirare il fiato. Dunque sicuramente domenica sarà il turno di Endy Cripa. che già nel match clou di domenica scorsa ha disputato qualche scampolo di partita dimostrando di essere in ottima forma.

Nulla da fare per il recupero di Barbara Ruggeri, si allungano infatti i tempi di un recupero e per l’ex viterbese ormai assente dai campi sportivi da circa quattro mesi si parlerà di un possibile rientro nella seconda fase. Importante dunque la vittoria di domenica che ha fatto tornare il quartiere Piazza Tevere ai vecchi momenti di gloria, di quando si sfiorò la serie C. Per le reatine ci sono buone possibilità per entrare nella fase 2 ma è necessario assicurarsi almeno la vittoria di due delle tre partite che restano.
E se il Dream Team sulla carta non puo’ impensierire più di tanto, il Palombara proprio all’andata fece uno scherzetto alle reatine portandole via tre punti. Importante è però il fatto che tra le mura amiche verranno giocate du delle tre gare che restano quindi i presupposti per un ottima prova ci sono tutti. Il Vice Presidenta Andrea Piertraforte fa un pò il punto della situazione: "Siamo ad un passo dal raggiungere i play off ma questo non può non farci dimenticare i momenti particolari che abbiamo vissuto quest’anno.

A partire dalle ristrettezze economiche e dalla mancanza di sponsor che non hanno alimentato le nostre casse. Abbiamo praticamente fatto tutto da soli mettendoci in primis noi molti dei nostri sacrifici.
Per questo l’ingresso ai play off sarebbe una soddisfazione che ripagherebbe tutti i sacrifici fatti.

La squadra ha faticato non poco, il coach spesso è stato messo in discussione dalla piazza ma noi abbiamo sempre guardato avanti, fiduciosi di un riscatto. Siamo ad un passo.
Queste ragazze e questo allenatore si meritano questo traguardo. Importante è anche il calore di questi giorni nel quartiere che si sta stringendo presso la nostra sede. vanno ringraziati uno ad uno e vanno fatti sognare."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here