Fine settimana di controlli e arresti da parte dei Carabinieri

La Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto durante l’ultimo fine settimana ha messo in atto un dispositivo specifico per il controllo e la prevenzione dei reati compiuti della microcriminalità (furti, spaccio ed altro), impiegando da sabato sera alle prime luci dell’alba 15 pattuglie, con 31 Militari complessivi dell’aliquota radiomobile e delle stazioni carabinieri dipendenti. le aree maggiormente controllate, anche con il fine di fornire una rassicurante presenza alla cittadinanza, sono state quelle dei comuni di Torri in Sabina, Scandriglia, Poggio Catino e Magliano sabina.

Durante l’attività sono stati conseguiti i seguenti risultati di polizia giudiziaria:

  • A Magliano Sabina i Carabinieri del Nucleo Radiomobile e del locale comando arma, nella mattina del 14 aprile 2018, hanno tratto in arresto S. R. pregiudicato italiano di 28 anni, il quale in stato di agitazione e dopo un alterco per futili motivi con la fidanzata, l’aggrediva verbalmente, spintonandola ed impedendole di chiamare i soccorsi, mentre si autolesionava in maniera non grave ad un braccio con l’utilizzo di un coltello da cucina. l’arrivo delle pattuglie e del 118, consentiva di aiutare la donna, bloccare e far prestare le curare al compagno;
  • A Poggio Catino due pattuglie, una del Nucleo Radiomobile ed un’altra della stazione di Torri in Sabina hanno fermato e arrestato R. G. italiano di 20 anni, incensurato, che controllato d’iniziativa in una strada periferica di quel Comune, alla vista dei Carabinieri ha gettato nel prato un involucro in plastica con una dose di cocaina. successiva perquisizione domiciliare, venivano rinvenuti, in un mobile dell’abitazione del soggetto, ulteriori dosi di hashish per un totale di circa 40 gr., denaro frutto dello spaccio e materiale per il confezionamento;
  • A Poggio Mirteto, località Scalo, i Carabinieri della locale stazione la notte del 14 aprile hanno deferito in stato di libertà tre cittadini dell’Est Europa per il reato di invasione di terreni ed edifici, poichè sono stati trovati a dimorare abusivamente all’interno di una struttura dismessa di proprietà delle FF.SS.

Inoltre nel medesimo complessivo contesto, sono state effettuate 6 perquisizioni domiciliari e verificati 10 soggetti gravati da misure custodiali.

Dal punto di vista amministrativo sono stati controllati 85 automezzi, identificate 113 persone, di cui 24 stranieri ed ispezionati 3 esercizi commerciali.

I soggetti arrestati venivano sottoposti al regime di detenzione domiciliare in attesa delle decisoni dell’autorita’ giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here