DISSENSO DI CISL E UIL SULLA CHIUSURA DEPOSITO COTRAL DI FIUMATA

COTRAL

In merito all’ipotesi di dismissione del deposito COTRAL di Fiumata, le organizzazioni sindacali Cisl e la Uil portano a conoscenza tutti i responsabili interessati  che è proprio intendimento  non abbandonare ma tutelare territori già disagiati, soprattutto nel bacino del Cicolano.

Si rendono, invece, disponibili ad un incontro specifico finalizzato al potenziamento dei depositi Cotral esistenti nella nostra provincia. In una ottica di economia ed efficienza andrebbe infatti salvaguardata l’origine e la socialità del servizio. Aumentare la distanza dei depositi ed incrementare i chilometri percorsi fuori servizio creerebbe disagio ai cittadini e danni economici alla Società Cotral ed a tutta la collettività.

A nostro avviso è necessario mettere a norma tutti i vari impianti della nostra provincia, Fiumata ed Amatrice compresi. Mentre per Fiumata apprezziamo la disponibilità delle istituzioni locali per far si che si effettuino i lavori necessari di adeguamento, per l’impianto di Amatrice è  palese il più completo abbandono, con bus parcheggiati all’interno di una isola ecologica (discarica) e con un manufatto in legno privo di tetto e di servizi igienici.

Infine per il nuovo deposito primario del capoluogo di provincia siamo ancora in attesa delle determinazioni della Regione Lazio, così come emerso nell’ultimo incontro  tenutosi presso la Prefettura di Rieti. Per quanto sopra ed in attesa delle risultanze e di un confronto Cisl e Uil esprimono il più netto dissenso alla paventata chiusura del deposito di Fiumata ed a fughe in avanti non condivise.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here