Dati ACI: Auto di seconda mano in frenata nel mese di marzo. Calo quota di mercato delle auto nuove a benzina

Con 283.878 passaggi netti di proprietà nel settore delle autovetture il mese di marzo conferma le difficoltà del mercato dell’usato, che fatica ancora a riprendere quota e recuperare le perdite accumulate nel corso del 2020. Tralasciando un fuorviante confronto con lo stesso mese del 2020, contrassegnato in negativo dalle conseguenze del lockdown, l’analisi comparativa con il mese di marzo 2019 aiuta a comprendere meglio i trend in atto.

Tenendo in debito conto la presenza a marzo 2021 di due giornate lavorative in più rispetto all’analogo mese del 2019 i passaggi di proprietà delle quattro ruote, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), nel raffronto con il 2019 evidenziano infatti una flessione  mensile del 4,3% in termini di media giornaliera

L’articolo prosegue dopo il grafico

Nonostante le difficoltà in atto, il mercato dell’usato continua però a mostrare un maggiore dinamismo in confronto al mercato del nuovo, che a marzo 2021 in termini di media giornaliera ha registrato un più consistente calo del 10,2% delle prime iscrizioni rispetto all’analogo mese del 2019. In termini assoluti, nel marzo di quest’anno per ogni 100 autovetture nuove ne sono state vendute 160 usate, che salgono a 168 prendendo in esame l’intero primo trimestre 2021.

Sul fronte delle alimentazioni è peraltro da segnalare un calo della quota di mercato delle auto nuove a benzina e una conferma del sorpasso delle primi iscrizioni di auto ibride a benzina su quelle a gasolio. Diversamente, anche a marzo i diesel mantengono inalterato il loro primato nei passaggi di proprietà e nelle minivolture.

Con 62.930 passaggi netti di proprietà nel mese di marzo prosegue invece il trend positivo del mercato dei motocicli di seconda mano: rispetto all’analogo mese del 2019 i passaggi di proprietà delle due ruote, depurati dalle minivolture, mostrano a marzo 2021 un incremento dell’8,4% in termini di media giornaliera

Nel periodo gennaio-marzo 2021 rispetto allo stesso trimestre del 2020 si segnalano incrementi del 20,2% per le autovetture, del 56,6% per i motocicli e del 26,2% per tutti i veicoli.

I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito www.aci.it .

Ottimo risultato nel mese di marzo per le radiazioni. Le radiazioni di autovetture hanno fatto registrare rispetto a marzo 2019 un aumento del 14,6% in termini di media giornaliera, trainata soprattutto dalla forte crescita delle rottamazioni, in gran parte incentivate. Il tasso unitario di sostituzione sia nel mese di marzo sia nel primo trimestre 2021 risulta pari a 0,91 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 91). Crescita a due cifre anche per le radiazioni di motocicli, che hanno chiuso marzo con una variazione positiva del 10% della media giornaliera rispetto allo stesso mese del 2019.

Complessivamente il primo trimestre del 2021 in confronto allo stesso del 2020 ha archiviato incrementi del 28,9% per le autovetture, del 22,6% per i motocicli e del 27,4% per tutti i veicoli.

ACI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here