CS: “La maggioranza si pavoneggia per il Vignola, ma la manutenzione del verde pubblico?”

Avremmo voluto evitare polemiche in un periodo come questo, con la città che ospita un evento di risonanza internazionale come il Rieti Danza Festival e con la concomitanza dei ponti del 25 aprile e del primo maggio che, complice anche il bel tempo, hanno portato nella nostra città molti turisti ma vedere alcuni esponenti della maggioranza del Comune di Rieti, con il vicesindaco Sinibaldi in testa, pavoneggiarsi per la riapertura dei Giardini del Vignola ci spinge a richiamare l’attenzione sulla manutenzione del verde pubblico in città.

Basta uscire proprio fuori dai giardini di Palazzo Vincentini, di proprietà della Provincia di Rieti e recuperati con fondi messi a disposizione dalla Fondazione Varrone e quindi senza alcun merito o intervento del Comune di Rieti, e fare una passeggiata per rendersi conto della situazione di completo abbandono in cui versano gli spazi verdi di Rieti, dalle aiuole proprio di piazza Cesare Battisti passando per quelle sotto le Mura medioevali o a fianco del passaggio pedonale di viale Ludovico Canali per arrivare fino ai Giardini di piazza Marconi; senza andare nelle zone più periferiche dove la situazione è surreale con erba alta che sta ‘divorando’ anche le panchine nei parchi pubblici per i bambini e con aiuole nelle scuole che ormai sono diventate delle siepi.

Ormai sono mesi che non avviene il taglio dell’erba e ciò oltre essere un problema di decoro, in molti quartieri provoca disagi agli automobilisti e ai residenti, soprattutto ai bambini e agli anziani: l’erba alta crea problemi di scarsa visibilità stradale inoltre rischia di far aumentare forme allergiche, proliferare di insetti e animali.
Conosciamo benissimo le difficoltà economiche in cui versa il Comune di Rieti ma ciò non può essere una scusante poiché l’attività di manutenzione del verde e dello sfalcio d’erba se programmata in anticipo poteva essere garantita con qualche piccolo sforzo anche dal personale del Comune o dell’Asm.

Come Partito democratico del Comune di Rieti ci auguriamo che con l’approvazione del Bilancio l’attuale Giunta riesca a trovare le risorse necessario a garantire alla nostra città il decoro che merita, quel decoro di cui il Centrodestra quando era all’opposizione e in campagna elettorale si è riempito la bocca ma che quando è stato chiamato a governare ha fatto praticamente sparire dalla sua agenda nel silenzio assoluto dell’assessore al Decoro urbano, Valentini, di quello alla Cultura in prima fila al Rieti Danza festival, Formichetti, e di quello all’Innovazione Masotti, la cui tanto decantata applicazione “Rieti in rete” per le richieste di intervento e segnalazione da parte dei cittadini forse si è inceppata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here