Consorzio Industriale, FdI: Il danno e la beffa. Nessun nostro consigliere nel CdA

ASI Rieti

“Rieti è l’ultima ruota del carro. Lo sancisce la Regione Lazio con l’ennesima operazione romano-centrica ai danni delle realtà più distanti e disagiate. Questa volta la mancanza di considerazione nei confronti del nostro territorio nasce dall’approvazione, da parte del Consiglio Regionale del Lazio, dell’emendamento che accorpa tutti i Consorzi Industriali, operazione condotta e finalizzata dal capogruppo Pd in Regione Mauro Buschini, per la quale il reatino, oltre al danno di perdere il proprio Consorzio industriale, subirà la beffa di non esprimere nemmeno un consigliere nel Consiglio di amministrazione.

A guidare il neonato Super Asi sarà l’ex assessore regionale alle Attività Produttive Francesco De Angelis , sempre del PD, che gestirà una struttura più potente di un assessorato per competenze e possibilità economiche in arrivo: nelle casse del Super Asi arriveranno infatti 50 milioni di euro che la Regione ha stanziato per la trasformazione in Apea, le aree produttive ecologicamente attrezzate.

Per tenere buoni tutti è stato inserito un Consiglio d’Amministrazione che assegnerà due seggi a Roma e Provincia, uno ciascuno a Frosinone e Latina, ed uno solo a Viterbo-Rieti, che dovranno dividerselo secondo un criterio che non è dato sapere.

Questa operazione  favorirà enormemente il presidente Zingaretti per rafforzare la sua candidatura a segretario del Pd, acquisendo consenso al congresso del Pd in provincia di Frosinone, visto che come commissario verrà indicato l’onorevole De Angelis, ex renziano e praticamente nuovo zingarettiano una volta passato l’emendamento.

Come farà inoltre l’assessore al Lavoro, il reatino Claudio Di Berardino, a mettere in campo l’auspicato e sbandierato processo di reindustrializzazione dei poli di Rieti e Borgorose se, con tutta probabilità, questi territori non saranno nemmeno rappresentati nel Cda del nuovo carrozzone regionale?! con chi farà sponda?!

Fratelli d’Italia chiede rispetto per un territorio da troppo tempo bistrattato, soprattutto oggi che avrebbe bisogno di un occhio di riguardo, viste le difficoltà di una ricostruzione post sisma ancora ai blocchi di partenza, che grava su una realtà caratterizzata da annosi ed irrisolti problemi di isolamento infrastrutturale e crisi economica e lo farà con azioni congiunte da parte dei propri Parlamentari, consiglieri regionali, provinciali e comunali.”

Fratelli d’Italia Rieti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here