Casciani: “Risibili affermazioni di Cicchetti. Il Comitato della Piana non fa adunate, chiede servizi”

“Sciogliere osservatorio trasporti è una priorità. Ascoltare le repliche del sindaco Cicchetti è diventato ormai esilarante. Il Comitato della Piana Reatina denuncia i disservizi e il primo cittadino di Rieti per tutta risposta non si adopera per eliminarli, ma prova a delegittimare chi denuncia”. Lo dice in una nota Alvise Casciani, presidente del Comitato Piana Reatina.

“Ultima replica sconnessa l’abbiamo ascoltata oggi – ricorda Casciani – alla nostra dichiarazione circa l’abolizione dell’osservatorio del Comune, che da strumento per mitigare i disagi dei nostri pendolari, sta diventando invece il braccio armato dei fautori del sì al sottopasso in viale Maraini. Il sindaco non risponde nel merito ma sostiene che lui non conosce i cittadini che fanno parte del Comitato” anziché fornire risposte sull’operato dell’osservatorio e sul metodo usato per scegliere i componenti.

“Le affermazioni di Cicchetti sono risibili, chi tenta di difenderlo lo è ancor di più – aggiunge Casciani – il Comitato è uno strumento democratico che avanza richieste e proposte. I servizi nella piana reatina non ci sono, basti pensare ad uno tra i tanti, il trasporto pubblico, che in questa parte di territorio è sconosciuto.

Se è vero come sostiene Imperatori che l’osservatorio è uno strumento utile, allora ci domandiamo cosa abbia osservato finora su questo tema? Sono state proposte soluzioni? Avanzati progetti? Invece di replicare su questi temi, Cicchetti tenta di cavarsela dicendo che non vede in Comune i cittadini iscritti al Comitato. Vorrei ricordare al sindaco che il tempo delle adunate in Comune è un triste ricordo consegnato alla storia e che la democrazia è altro. E’ quella ad esempio che lo ha portato ad indossare i panni di primo cittadino e a governare la città di Rieti”.

“Il tentativo di delegittimazione che il sindaco e alcuni consiglieri di maggioranza, spesso più impegnati a cambiare casacche e a salire sul carro del vincitore del momento invece di governare per il bene comune – conclude Casciani – non ci spaventa, anzi ci fa raddoppiare le energie perché consci che abbiamo colto nel segno. Solo così si spiega il fastidio e le successive repliche grottesche che leggiamo o ascoltiamo.

E’ per questo che ribadiamo che l’osservatorio sui trasporti così com’è va sciolto. Proponiamo di rinnovarlo lasciandolo però libero di agire nel suo alveo, con i suoi compiti, che non sono certo quelli di trovare ogni giorno l’occasione per affermare che dal sottopasso di viale Maraini passa lo sviluppo della città”.

Il presidente del Comitato – Alvise Casciani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here