CARABINIERI, ARRESTI E DENUNCE IN VARIE PARTI DELLA PROVINCIA

Carabinieri

Stimigliano: i Carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto hanno tratto in arresto in flagranza di reatoperi detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti R.Beatrice del 1991 di Stimigliano. Da tempo la donna era sospettata di spaccio di droga che avveniva all’interno della sua abitazione.

 

Dopo aver notato un andirivieni di giovani assuntori, i Carabinieri hanno eseguito un’irruzione all’interno della abitazione della sospettata, trovando e sequestrando circa 100 grammi di hashish, già suddivisi in dosi. La donna è stata tradotta alla casa circondariale di Rebibbia.

Passo Corese: altro blitz anti-droga ad opera dei Carabinieri che hanno denunciato per spaccio di stupefacenti due persone di Cantalice: P.L. del 1987 e B.R del 1988. I due sono stati sorpresi a bordo del loro veicolo a Passo Corese, sottoposti a perquisizione sono stati trovati in possesso di 2 grammi di cocaina. Le indagini hanno appurato che i due poco prima avevano ceduto una dose di cocaina ad un giovane assuntore che è stato segnalato alla locale Prefettura.

Sempre a Passo Corese in manette per immigrazione clandestina un Egiziano, A.S.N.Warda del 1989.

Poggio Mirteto: i Carabinieri hanno denunciato per commercio di prodotti con segni falsi un senegalese, G.A. del 1985. L’uomo è stato trovato in possesso di 50 penne Montblanc palesemente contraffatte che aveva messo in vendita.

Rivodutri: i Carabinieri della Compagnia di Rieti hanno tratto in arresto un carrozziere di Poggio Bustone, G. Emiliano del 1979. L’uomo, già pregiudicato, era stato fermato ad un posto di blocco alla guida del proprio veicolo con patente sospesa. Allo scopo di evitare il sequestro del mezzo, il pregiudicato ha aggredito i Carabinieri, procurando ad un Appuntato lesioni guaribili in 3 giorni. E’ stato immobilizzato e tratto in arresto per violenza a pubblico Ufficiale.

I Carabinieri hanno appurato che lo stesso non aveva ottemperato all’ordine del Questore di Rieti di abbandonare il territorio italiano.

 

Antrodoco: i Carabinieri della Compagnia di Cittaducale hanno denunciato due truffatori romani, D.A. del 1944 e C.F. del 1980. I due, amministratori della ditta Granbazar con sede a Roma avevano venduto tramite internet apparecchi fotografici per un valore di circa mille euro ad alcune persone di Antrodoco. La merce però non era mai stata consegnata. I due già in passato si erano resi responsabili di episodi simili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here