Bambini esposti all’acre odore del catrame. Genitori chiedono intervento di Arpa e Asl

A Rieti, quando si forma l’accoppiata scuole-terremoto, sembrano esserci soltanto problemi.
Stavolta è (ancora) il turno della scuola “Quirino Majorana” di Villa Reatina per la quale, essendo stata dichiarata l’inagibilità, si è provveduto a trasferire i piccoli alunni nello stabile Asi di via dell’Elettronica, al Nucleo Industriale.

Proprio per quest’ultima localizzazione ci sono giunte in redazione le segnalazioni di diversi genitori preoccupati dal forte odore di bitume e catrame che molto spesso è percepibile presso quella sede scolastica: 13 classi e circa 250 bambini dell’istituto, intitolato all’illustre fisico reatino, che sono esposti al nauseabondo effluvio e per il quale i genitori auspicano un intervento di Asl e Arpa per capire, quanto meno, se quel cattivo odore sia o meno nocivo per la salute dei piccoli scolari.

1 commento

Comments are closed.