Strage di Stazzema, ANPC: “Onoriamo i martiri della libertà, non solo con le commemorazioni”

“La più grave strage di civili di Stazzema 76 anni fa, solo 350 furono identificati, tra loro 65 bambini. Il nazismo sconfitto nella storia, suscita fascino in sacche di società e tra giovani privi di conoscenza critica. Come ANPC onoriamo i martiri della libertà, ma dobbiamo sentirci impegnati a ricordarli non solo con le commemorazioni.

Dobbiamo alimentare il dibattito fuori dai riti commemorativi. Dobbiamo organizzarci per suscitare interesse alla storia di quel periodo macchiato da crimini contro l’umanità. Alla recrudescenza dell’odio che infetta la società deve corrispondere una grande proposta culturale.

Ormai esiste una generazione che non sa nulla delle tragedie che abbiamo alle spalle. La prevenzione è conoscenza.” Pino Strinati, presidente ANPC RIETI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here