Ricostruzione, Trancassini: Al terzo anniversario dalla tragedia ancora troppe falle nel sistema

Quattro deputati di Fratelli d’Italia (NELLA FOTO CON JOHN ELKANN) hanno presenziato all’evento di inaugurazione nel nuovo campus Romolo Capranica di Amatrice in occasione della visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (VEDI).

Paolo Trancassini, ex sindaco di Leonessa e onorevole del territorio, è stato accompagnato dal bellunese Luca De Carlo, segretario della commissione agricoltura, che nelle zone del sisma è stato presente anche in altre occasioni per il rilancio del territorio attraverso le “Eccellenze Italiane”, con loro Marco Osnato e Marcello Gemmato.

Una delegazione cospicua quella di Fratelli d’Italia per ribadire la centralità della ricostruzione nell’agenda politica del partito “siamo giunti quasi al terzo anniversario di una tragedia che ha distrutto il cuore dell’Italia ed è evidente che le falle nel sistema amministrativo della nostra Nazione continuano a fare acqua da tutte le parti, ma il nostro impegno è costante, continuo, martellante.

Sebbene nella maggior parte dei casi rimasti inascoltati dal Governo, abbiamo presentato emendamenti ad ogni legge che prevedessero la velocizzazione e lo snellimento della burocrazia al fine di dare una svolta tangibile alla ricostruzione, abbiamo avanzato anche una proposta di legge affinchè l’emergenza non sia mai più gestita con metodi e strumenti ordinari, ma con procedure straordinarie in grado di dare risposte immediate e concrete – continua Trancassini, che da sindaco prima e da parlamentare poi non ha mai ceduto il passo sul tema sisma – Fratelli d’Italia c’era, c’è e ci sarà fin quando non vedremo con i nostri occhi rinascere quel ricchissimo patrimonio umano, culturale, storico, architettonico dell’Italia più bella.

Siamo qui tutti insieme per ribadire la nostra disponibilità a collaborare purché si agisca bene e presto, anche se è già tanto, ma non troppo tardi”.Così ha concluso l’On. Paolo Trancassini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here