REAL RIETI CINICO, VENEZIA AL TAPPETO

Real Rieti calcio a 5
Doveva essere una vittoria e vittoria è stata. Un Real sempre piu’ in formato trasferta batte Venezia 3 a 2 e torna al successo dopo 5 gare di digiuno.
Gara sicuramente non bella, il piu’ classico degli scontri salvezza risolto solo nel finale grazie alle prodezze di Jardel e Sandrinho. Le sei sconfitte consecutive si fanno sentire per Venezia che parte contratta soffrendo e non poco il maggiore dinamismo del Real che prova a buttarla sul pressing alto e sulla corsa. Pronti via e gli amarantoceleste passano.
E’ Jardel a colpire al terzo inventandosi un gol di rara bellezza con un bolide che non da scampo ad Androni. Ed è uno a zero Real. Venezia prova la reazione prima con Chimanguigno poi con Ercolessi ma Kurumoto è strepitoso in entrambe le occasioni, negando il pareggio ai padroni di casa. Il Real aspetta, si difende con ordine grazie ad un Vendrame sopra le righe e riparte in velocita’. Al 12’ è Dao in semirovesciata a sfiorare il raddoppio ma Androni con la mano di richiamo devia sopra la traversa. Venezia crea molto ma non punge a causa di un attacco sterile e sprecone.
Al 19’ si infortuna Cesar Adornato (sospetto stiramento) ed è costretto ad uscire lasciando il posto a Lara che freddo pasticcia regalando una ghiotta punizione dal limite dell’area al Venezia. Alla battuta va Ercolessi che a botta sicura trova sulla sua strada ancora un immenso Kurumoto che d’istinto mantiene il Real in vantaggio al riposo. Nella ripresa dopo 10 minuti di nulla cosmico la partita si accende di colpo. Al 9’ Antonelli sbaglia la ripartenza, Venezia si distende con Cantagallo che a tu per tu con Kurumoto non sbaglia e fa 1 a 1. I padroni di casa ora ci credono trascinati anche dal pubblico del Palacosmet e sfiorano addirittura il vantaggio con Ercolessi che a Kurumoto battuto colpisce il palo. Forse gli dei del Futsal quest’oggi vestono amaranto celeste perche’ nel momento di maggiore difficolta’ è Jardel a risolvere tutto. L’ex Benfica semina il panico nella difesa nero-verde supera tre avversari e scarica su Sandrinho che salta Androni in uscita e infila sotto la traversa il 2 a 1 per il Real.
Venezia è alle corde e i reatini colpiscono ancora. Copione simile sempre con Jardel a recitare il ruolo da protagonista. Stavolta pero’ è Dao a trovare il tap in vincente a rimorchio sul secondo palo. Ed è 3 a 1 Real. Venezia ci prova col portiere di movimento e subito accorcia grazie a Bitencourt che nel traffico trova il 2 a 3. Ultimi tre minuti di fuoco ma stavolta è il Real a portare a casa il bottino pieno rilanciandosi in classifica portando a 7 le lunghezze di distacco dai Veneti sempre più soli all’ultimo posto in classifica.
“Non nego che siano tre punti che valgono doppio- afferma il Presidente Pietropaoli visibilmente soddisfatto a fine gara- perchè ottenuti con una diretta concorrente alla salvezza ma con tutto il rispetto per Venezia noi eravamo superiori e lo abbiamo dimostrato”. Un riferimento va anche al mercato:” A Dicembre cercheremo sicuramente dei rinforzi in modo da poter contare su almeno 8-9 giocatori di livello anche se bisogna sempre fare i conti con i bilanci”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here