PIETROPAOLI: "RIETI HA BISOGNO DI TENERSI STRETTA QUESTA SERIE A"

Pietropaolo, presidente Real Rieti calcio a 5

Quattro sconfitte in altrettante partite casalinghe sono un bottino piuttosto misero per una squadra che ha come obiettivo principale la permanenza in serie A, a maggior ragione se la squadra in questione è quella del presidente Pietropaoli, un vincente, sicuramente uno non troppo abituato a perdere.

All’indomani della sconfitta interna con la capolista Luparense il patron amarantoceleste ha espresso il suo giudizio sulla gara:”La squadra ha giocato un gran bel primo tempo – afferma Pietropaoli – ha creato tanto ma finalizzato zero. Purtroppo quando giochi con la prima della classe, non è che ti puoi permettere di fare degli errori cosi evidenti. Loro sono stati talmente cinici e talmente bravi, diciamocelo pure, che al nostro primo errore ci hanno segnato. A quel punto – conclude il presidente, già era difficile sullo zero a zero figuriamoci sul doppio vantaggio.Loro poi hanno giocato sul velluto, la nostra squadra ha  provato a salire e a giocare ma onestamente la partita era chiusa già sul 2 a 0″.

Una squadra che ha mostrato grossi limiti e poca lucidità sotto porta, non riuscendo a finalizzare le tantissime occasioni da rete create soprattutto nel primo tempo:”A questa squadra manca la cattiveria sotto porta – aggiunge Pietropaoli- in serie A devi fare gol non puoi pensare di avere 10 palle gol contro le squadre. Noi oggi ne abbiamo create sei o sette, di cui quattro nitide e almeno un gol lo avremmo dovuto fare nel primo tempo, poi lascia che loro te ne rifacciano anche quattro ma intanto sull’uno a zero prendi fiducia, prendi coraggio, loro si innervosiscono e potrebbe essere tutt’altra partita. Questo è un aspetto che ho riscontrato anche con la Marca e con l’Asti, è una squadra la nostra che non riesce a finalizzare e questo potrebbe essere un problema serio”.

Resta in piedi dunque il famoso tabù Palamalfatti che fin’ora non ha regalato nemmeno un punto al Real, ed è chiaro che la società inizi a pensare seriamente al mercato :”Le squadre come la nostra devono fare i punti in casa, non puoi sempre pensare di fare blitz esterni- ha sottolineato Pietropaoli – bisogna cambiare assolutamente la rotta. Spero che in questi 15 giorni che avremo per preparare la partita con l’Augusta, possa arrivare il transfert di Corazza in modo da poterlo così mandare in campo.

L’infortunio di Adornato inoltre è meno grave del previsto quindi credo che con l’Augusta ci sarà,  poi torneremo sicuramente sul mercato perché qualcosa bisogna fare, non posso rimanere fermo così, non l’ho mai fatto. Credo – conclude il presidente – che la gara con la Luparense abbia sancito l’uscita ufficiale di almeno tre elementi dal roster del Real Rieti” I nomi restano top secret ma il presidente aggiunge:” Tre elementi vanno cambiati assolutamente, Rieti ha bisogno di tenersi stretta questa serie A, abbiamo fatto tanti sacrifici io e i miei collaboratori e non me li faccio certo buttare via da giocatori che in questo momento non mi stanno dando quello per cui ho regolarmente pagato con il loro congruo stipendio”.

Infine una battuta il presidente la riserva al pubblico di Rieti:”Mi auguro che questa città capisca che stiamo facendo la serie A, non è tanto una questione di incassi ma di sostegno. Avere 4-500 persone che gridano forza Rieti soprattutto nella prossima partita con l’Augusta diventa fondamentale. Abbiamo bisogno di fare punti al Palamalfatti se vogliamo restare in serie A”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here