Nasce a Rieti l’incubatore ed acceleratore d’imprese “Sabina Circular District”

ASI Rieti

“La nascita della società consortile Sabina Circular District, costituisce un fondamentale contributo nel quadro delle iniziative che il Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti intende promuovere per favorire i processi di innovazione tecnologica del territorio reatino”.

È quanto dichiara il commissario del Consorzio Industriale della provincia di Rieti, avv. Angelo Giovanni Ientile, a margine della costituzione avvenuta nei giorni scorsi della Sabina Circular District, società consortile promossa d’intesa con Marzotto Venture Accelerator e partecipata dal Parco Scientifico e Tecnologico dell’Alto Lazio, organismo strumentale del Consorzio e dell’Università della Tuscia, destinato a favorire i processi di crescita e innovazione del territorio.

“Con questa iniziativa – continua Ientile – intendiamo mettere a disposizione del territorio reatino tutte le competenze e le esperienze necessarie per promuovere e favorire i percorsi di rigenerazione imprenditoriale e produttiva, cogliendo altresì le opportunità che il nuovo quadro di investimenti pubblici offre, in particolare sui temi della economia circolare e dello sviluppo delle aree interne.

Sabina Circular District, insieme alla Sabina Universitas e al Parco Scientifico e Tecnologico dell’Alto Lazio, tutti partecipati dal Consorzio Industriale e oggetto, nell’ultimo anno, di una azione di rivitalizzazione del ruolo dell’ente al loro interno, si candida ad essere nell’immediato futuro uno degli strumenti più importanti per l’attuazione delle politiche pubbliche di innovazione industriale e tecnologia in favore del tessuto imprenditoriale del territorio e che mira a giocare un ruolo da protagonista, sapendo creare – conclude il commissario del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti – quell’Ecosistema di Innovazione capace di attrarre e proporre sviluppo”.

Nella prossima settimana, con una conferenza stampa dedicata, verranno illustrati i dettagli dell’iniziativa che rappresenta sostanzialmente la seconda fase di un percorso avviato da mesi dal commissario del Consorzio Ientile di concerto con l’Università della Tuscia per il rilancio del Parco Scientifico Tecnologico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here