La Zeus lotta contro Siena fino all’over-time ma non basta. LA CRONACA

Il risultato per Rieti si sblocca con Tomasini per il 4-3 a 07:54 dal termine del primo quarto. Anche Toscano da 3 per l’8-6 mentre la squadra di casa cerca di trovare un allungo che Rieti non concede. Infatti, grazie a Frazier e Tomasini Rieti va in vantaggio 10-12 e coach Moretti chiede il primo Time-out a 04:31. Si chiude il primo quarto con la tripla di Casini ed il canestro più fallo di Frazier per il 17-20.

Si torna in campo con Frazier in lunetta e Carenza da due per il 19-24 a 07:06. Tripla di Bonacini e Siena costretta ancora al time-out per il 19-27 a 05:39.

Rieti non si deconcentra e si torna in campo con la carica giusta e la tripla di Carenza del 22-30 a 4:25. I tifosi amarantocelesti al seguito della squadra si infiammano per il canestro e fallo di Tomasini che porta al più 10 la Zeus sul 22-33 a 3:35. Ancora Tomasini a segno per una Rieti che non vuole lasciare nulla al caso e dopo il time-out sul 27-37 a 01:34, Siena prova la rimonta ma Jones da 3 colpisce e Siena risponde con il canestro del 32-40 che chiude il secondo quarto.

Rieti continua nella gestione del vantaggio e a 02:50 dalla fine del terzo quarto dirige 44-59. Il terzo quarto si chiude in lunetta, prima Siena con Ranuzzi per il due su due del 48-59 e poi con Marino e alla fine con Frazier per il due su tre che porta Rieti sul 50-61.

Rieti prevale anche nel quarto quarto cedendo negli ultimi minuti e permettendo a Siena di giocarsi l’incontro all’over-time. Over-time in recupero per la Zeus che in lunetta con Tomasini va a meno 1 76-75 ma arriva anche il quinto fallo per lui che quindi è costretto ad uscire.

I padroni di casa, ancora una volta, con una rimonta vogliono prendersi la vittoria ma la Zeus non si arrende e a 02:02 il risultato è di 79-77. Tripla di Gigli e nuovamente a meno due 82-80 a 01:33 dal termine. Morais da 3 e Siena prova a spingere l’acceleratore e riesce nell’impresa chiudendo l’incontro 87-84.

Per Coach Rossi è stata una partita con molto amaro in bocca: “Abbiamo condotto sempre e abbiamo perso per la poca lucidità nella gestione dell’aggressività dell’avversario. Non siamo riusciti ad un certo punto a muovere il pallone e a giocare insieme come fatto per tutta la partita. Inoltre, Siena è venuta fuori credendoci e le va dato merito del fatto che hanno cercato la vittoria fino alla fine.

Ovviamente sentivamo di aver fatto tanto per portarla a casa ma non è bastato. A differenza dell’incontro con Biella dove ci siamo spenti molto prima oggi è successo solo sul finale quindi c’è una crescita.

La squadra ha giocato una partita coraggiosa e sotto questo punto di vista non possiamo rimproverargli nulla ma dobbiamo evitare la rimonta e dobbiamo lavorare ancora su questo.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here