ITINERARIO SPECIALE DEDICATO A SAN FRANCESCO A CURA DELL'ASSOCIAZIONE ITERART

Festeggiamenti San Francesco

Domenica 13 Novembre, l’Associazione IterArt ha dedicato un itinerario speciale al santo più venerato e amato di Rieti, San Francesco, la cui presenza ha reso “Santa” la Valle che circonda il capoluogo sabino.

La figura emblematica del fondatore dell’ Ordine Francescano è legata indissolubilmente alla presenza in questo territorio dei quattro santuari ma meno conosciuti sono i luoghi da lui frequentati nella città di Rieti, scenario, altresì importante di eventi esemplari legati alla sua vita e al suo apostolato.

Sulle orme di questo passaggio silenzioso, l’itinerario ripercorre la storia della città medioevale, attraverso quei luoghi che il Poverello di Assisi ha certamente vissuto e contribuito ad arricchire di testimonianze storiche e artistiche.

S’inizia presso la Chiesa di San Francesco, la cui costruzione è successiva alla morte del Santo ma il luogosu cui sorge, è in prossimità dell’antico “hospitale” di Santa Croce, oggi non più visibile ma che fino alla metà del XIII secolo era abitato dai frati.
Si prosegue alla volta dell’antico Monastero di Santa Chiara, ove sarà interessante ripercorrere la storia di una singolare amicizia, quella tra Francesco e il cavaliere Angelo Tancredi.

Proprio, all’interno del monastero sono ancora parzialmente visibili, le vestigia di quella che la tradizione individua come l’abitazione del suo più fedele seguace. E ancora, visiteremo due luoghi intrinsecamente legati alle memorie francescane: la cripta della Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Pinacoteca Diocesana, allestita nelle stanze del palazzo, eretto sul finire del XIII secolo, quale maestosa residenza dei Papi a Rieti.

Le due guide, Gloria ed Elisa, vi aspettano, dunque, domenica 13 novembre, alle ore 15.00, presso la piazza di San Francesco.
Per ulteriori informazioni contattare i seguenti numeri: Gloria 3202921909  Elisa 3281629589.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here