Immobili comunali sequestrati, giunta Cicchetti: “speculazioni elettorali della sinistra. Non manderemo all’asta i beni.

“Questa Giunta, dal suo insediamento ad oggi, ha pagato circa 5 milioni di euro di debiti ad essa estranei e si prepara a completare, fino a piena soddisfazione dei creditori del Comune di Rieti, l’operazione di chiusura del passivo anche realizzando, come già accaduto, vantaggiose transazioni.

Della mole debitoria ancora giacente fa parte la richiesta della Cooperativa Quadrifoglio che, pur nella sua iperattività forense, ha già perduto alcune cause nei confronti del Comune.

Il fondamento delle attività di contrasto nei confronti delle richieste della Cooperativa prende origine dalle opposizioni proposte dalla Giunta Petrangeli attraverso la nomina di avvocati di sua fiducia. Nel rispetto della continuità amministrativa l’attuale esecutivo, seguendo i consigli dei legali, ha mantenuto in piedi le azioni intese a far risparmiare l’Ente rispetto alle pretese della Cooperativa.

Quanto alle spericolate azioni di pignoramento di cui si discute in queste ore c’è da precisare che il numero dei beni sottoposti a tale disciplina eccede di gran lunga il valore delle richieste e che alcuni beni sono chiaramente impignorabili, come correttamente eccepito, nelle opportune sedi, dall’avvocato nominato dalla precedente amministrazione. Il giudizio su tali eccezioni inizierà a settembre.

In ogni caso, il Comune di Rieti sarà in grado di far fronte, all’esito dei giudizi pendenti, a quanto i magistrati riconosceranno come effettivamente dovuto.
Di tutta la caciara in essere restano, pertanto, in piedi soltanto le velleità di un’opposizione incapace di proposte e pronta solo a disegnare scenari apocalittici, puntualmente smentiti dai fatti”.

E’ quanto dichiarano il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, l’assessore ai servizi sociali, Giovanna Palomba, e l’assessore al bilancio, Claudio Valentini, in merito alle polemiche sulla vicenda Quadrifoglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here